Otalgia e mal di orecchio

Cos'è l'otalgia? Cause, sintomi e trattamento del mal d'orecchio

Il dolore all'orecchio, anche conosciuto come otalgia, è una condizione che può presentarsi in qualunque parte dell'orecchio: interno, medio o esterno. L'insorgenza non è necessariamente correlata a una malattia o infezione specifica, quindi per saperne la causa specifica è consigliabile che sia uno specialista a valutare il mal d'orecchio, in caso di necessità. L'intensità del dolore all'orecchio può variare da molto lieve a molto grave, principalmente a seconda della causa scatenante.

Cosa causa il mal d'orecchio?

Esistono numerose potenziali cause. Tuttavia, fra le cause principali vi è un'infiammazione all'orecchio che provoca sempre disagio: l'otite.

Oltre ad essa, il dolore all'orecchio può anche essere causato da:

  • Diversi tipi di allergie.
  • Episodi prolungati di tosse grave.
  • Diverse malattie dei denti e della mascella.
  • Infiammazione o chiusura della tromba di Eustachio.
  • Ostruzione del condotto uditivo a causa di liquidi, corpi estranei o cerume.
  • Herpes Zoster
  • Infiammazione della ghiandola parotide a causa della parotite.
  • Congelamento del padiglione auricolare a temperature molto basse.
  • Condizioni cancerogene negli organi vicini.
  • Cambiamenti drastici della pressione atmosferica.

Cause del mal d’orecchio esterne all’orecchio

  • Malattie dei denti o del disordine termomandibolare
  • Malattie del rachide cervicale
  • Tonsillite (tonsillitis) o infiammazione della gola (pharyngitis)
  • Accumulo di pus vicino alle tonsille (ascesso peritonsillare)
  • Malattie dei seni paranasali (sinusite)
  • Tumori nella regione della testa e della gola
  • Infiammazione dei nervi nell'area dell'orecchio

Cause del mal d'orecchio nell'orecchio

  • Eccessivo accumulo di cerume
    Il cerume è necessario per mantenere libero e pulito il condotto uditivo. Tuttavia una sovrapproduzione può causare la chiusura del condotto uditivo, che a sua volta porta alla perdita dell’udito. L'uso improprio di auricolari può anche causare tappi di cerume. In entrambi i casi, il medico deve sciacquare il condotto uditivo interessato con l’aiuto di un preparato, oppure aspirare all’interno dell’orecchio. 
  • Infiammazione del condotto uditivo esterno
    I medici definiscono otite esterna un'infiammazione della pelle che riveste il condotto uditivo esterno. Questa inizia all’apertura dell’orecchio e porta al timpano. Il condotto uditivo esterno è lungo circa 3,5 cm e descrive una curvatura a forma di S, che assicura che il timpano non sia visibile e protetto dall’esterno. 
  • Otite media acuta o cronica
    L’Otitis Media (otite media) è una patologia dolorosa dell’area dietro il timpano, causata da batteri o virus a causa di raffreddore o tonsillite. Molto spesso ne sono colpiti i neonati e i bambini fino a tre anni. La malattia può manifestarsi anche nei bambini più grandi e negli adulti. 

Lesioni al timpano

La perforazione del timpano, nota anche come buco nel timpano, è una lesione alla membrana, che funge da barriera tra la parte esterna dell’orecchio e l’orecchio interno e ha un’influenza decisiva sull'udito. Infine, il timpano protegge dall'ingresso di germi e trasmette le onde sonore in arrivo all’orecchio medio. Se si riconoscono i sintomi e si inizia il trattamento in tempo utile dopo la diagnosi da parte degli esperti, è possibile prevenire con successo il danno consequenziale.

Barotrauma

Lesione dovuta a condizioni di pressione sfavorevoli, ad esempio durante immersioni o viaggi in aereo.

Tutti conoscono la sensazione sgradevole di pressione nelle orecchie: guidando un’auto in montagna oppure nelle fasi di decollo e all’atterraggio di un aereo, è la conseguenza innocua del cambiamento di pressione. Ma talvolta la pressione auricolare permane più a lungo. Si manifesta attraverso una sensazione fastidiosa o dolorosa di pressione nell’orecchio, attraverso una sensazione di "ovatta" e "udito ovattato". Se questi disturbi si protraggono per più tempo e non spariscono deglutendo o sbadigliando, è possibile che la compensazione della pressione nell’orecchio sia compromessa o l’orecchio infiammato. In questi casi è bene rivolgersi a un otorinolaringoiatra che esamini il problema e definisca la terapia più idonea

Acqua nell’orecchio

Tutti hanno sperimentato l’acqua che rimane nelle orecchie dopo il bagno. Di solito la sensazione fastidiosa scompare rapidamente, ma a volte l’acqua rimane nell’orecchio. Questo può anche causare infezioni alle orecchie.

Bruciore e sintomi del mal d'orecchio

Esistono vari tipi di mal d’orecchio. Può manifestarsi improvvisamente (acuto) o progressivamente e diventare più forte nel tempo (cronico). Il mal d’orecchio può essere percepito come una sensazione di bruciore o di fastidio, unilaterale o bilaterale, dopo un viaggio in aereo o dopo un bagno. Può anche essere accompagnato da dolore alla deglutizione, mal di gola, febbre o raffreddore.

Mal d’orecchio in adulti e adolescenti

Le persone in età adulta soffrono meno frequentemente di mal d’orecchio. E, quando si presenta, è più probabile che si tratti di una malattia del condotto uditivo esterno. Negli adolescenti le infiammazioni del condotto uditivo sono il tipo più comune di mal d’orecchio. La causa è di solito una modalità di pulizia dell’orecchio aggressiva ed esagerata. Se si inseriscono bastoncini di cotone od oggetti appuntiti troppo in profondità, l’orecchio subisce lievi lesioni che possono causare infezioni.

Viaggiare in aereo può causare mal d’orecchio, a causa della depressione temporanea nella cavità dell’orecchio. Possono sorgere gravi problemi anche durante le immersioni, se si ha un raffreddore o si ha già un’infiammazione all’orecchio. In caso di mal d’orecchio violento accompagnato da perdita dell’udito, vertigini o acufene potrebbe trattarsi di un barotrauma. Questo deve essere trattato tempestivamente, per evitare che il timpano si laceri o rompa le parti interne dell’orecchio.

Le persone anziane hanno maggiori probabilità di soffrire di herpes auricolare. Questa infiammazione può diffondersi al nervo facciale e portare alla paralisi.

Mal d'orecchio nei bambini e nei neonati

Qualsiasi genitore sa che nei bambini è molto più comune soffrire di mal d'orecchio. Ciò è dovuto a diversi motivi, dal momento che i bambini hanno le trombe di Eustachio molto più corte e dritte, quindi l'infiammazione o l'infezione delle alte vie respiratorie colpisce più facilmente l'orecchio.

Rimedi per il mal d'orecchio

Il trattamento dell'otalgia dipende sempre dalla causa diagnosticata. Spesso, infatti, non si tratta solo di alleviare il dolore, ma anche di curare la malattia scatenante, qualora sia presente.

Se il medico determina che l'origine del mal d'orecchio è un'infiammazione del padiglione auricolare, può essere trattata con anti-infiammatori e antibiotici.

Quando si tratta di dolore all'orecchio a causa dell'infiammazione dell'orecchio medio, ciò che è più spesso raccomandato è una combinazione attentamente controllata di antidolorifici e antinfiammatori, inclusi gli antibiotici in caso di infezione.

E infine, se si tratta di otalgia dovuta all'infiammazione del condotto uditivo, le gocce antinfiammatorie insieme agli antibiotici aiuteranno a ridurre drasticamente i sintomi.

Quando consultare uno specialista?

Si raccomanda di rivolgersi sempre a uno specialista in caso di mal d'orecchio persistente. Quando si affrontano condizioni di dolore complesse e durature, è sempre consigliato un intervento diretto ed esaustivo da parte del medico. A seconda del caso, il medico può essere costretto a intervenire per rimuovere liquidi, come il pus, che ostruiscono l'orecchio.

Come prevenire il mal d’orecchio?

Poiché il mal d’orecchio ha molte cause diverse, non è possibile una prevenzione mirata. Tuttavia, è possibile ridurre il rischio prestando attenzione ad alcuni aspetti. Ad esempio, se avete un raffreddore quando viaggiate in aereo, le gocce nasali decongestionanti aiutano a evitare il mal d’orecchio legato alla pressione. Se non si è raffreddati, masticare una gomma o esercitare una contropressione mantenendo il naso chiuso aiuta a prevenire il mal’orecchio durante il decollo o l’atterraggio, bilanciando la pressione.

I bambini soffrono di dolore all'orecchio significativamente più spesso degli adulti, principalmente a causa dell’otite media. La ricerca mostra che un ambiente privo di fumo, l’allattamento al seno, il non utilizzo di un ciuccio e la vaccinazione contro gli pneumococchi proteggono dall’otite media. È utile consultare uno specialista ORL sin dall’inizio del mal d’orecchio. In questo modo si evitano complicazioni e dolori inutili.

È possibile prevenire il cosiddetto orecchio del nuotatore (otite esterna) inclinando la testa alternativamente su entrambi i lati dopo il bagno in piscina. In questo modo l’acqua può uscire dai condotti uditivi. L’acqua della piscina provoca infiammazioni a causa dell’umidità, inoltre il cloro presente nell’acqua asciuga l’orecchio, favorendo l’infiammazione. Tuttavia, è necessario evitare la pulizia e l’asciugatura con un batuffolo di cotone, poiché questo può facilmente danneggiare il condotto uditivo o il timpano.

Scopri il tuo profilo uditivo

Prenota un controllo dell'udito gratuito

Prenota subito

Fai un test dell'udito online

Fai il test

Cerca un centro Amplifon vicino a te

Cerca il centro