Il mio apparecchio acustico è resistente all'acqua?

Cosa posso fare se il mio apparecchio acustico si bagna?
Aug, 04, 2021

La certificazione degli apparecchi acustici impermeabili

IP è la marcatura internazionale che certifica l'impermeabilità di un apparecchio acustico: definisce cioè quanto quest'ultimo sia protetto contro l’ingresso di polveri, corpi solidi e acqua secondo lo standard internazionale IEC 60529. Il primo numero indica la protezione contro le polveri in una scala da 1 a 6, il secondo contro l’acqua, in una scala da 1 a 8.

I vari modelli di apparecchi acustici impermeabili

La maggior parte degli apparecchi acustici BTE ha la certificazione IP68 o IP67. Tra i modelli Amplifon certificati per resistere all'acqua, troviamo per esempio, Phonak Virto M90-Titanium, Signia Motion 13 1NX/T, Signia Pure NX e Phonak Bolero M90-M, tutti con una certificazione IP68, quindi massima secondo gli standard internazionali.

Come fate a sapere se il vostro apparecchio acustico è impermeabile?

Per sapere se il vostro apparecchio acustico è resistente all'acqua, è sufficiente cercare il codice IP sulla scheda prodotto online o nelle istruzioni presenti all'interno nella confezione. Se fosse difficile recuperarlo, potete rivolgervi al vostro audioprotesista, che saprà darvi tutte le informazioni sull'impermeabilità del vostro apparecchio acustico.

Apparecchi acustici impermeabili: quanto costano?

Gli apparecchi acustici IP 68 fanno parte della nuova generazione e sono progettati con un rivestimento nano coated sia interno che esterno, così da poter essere indossati in qualsiasi situazione di vita quotidiana, senza preoccuparsi di sudore, pioggia, schizzi d'acqua. Questa tecnologia è però leggermente più costosa rispetto ai dispositivi tradizionali.

Gli apparecchi acustici sono adatti per nuotare?

Gli apparecchi acustici certificati IP68 indicano una resistenza di circa 30 minuti fino a circa 1.5 metri di profondità. Ciò non significa però che possono essere usati assiduamente per nuotare o immergersi: questo standard si riferisce all'acqua non trattata. Sapone, cloro e acqua di mare possono danneggiare l'apparecchio acustico. Questo significa che non dovrebbe essere usato assiduamente per nuotare, soprattutto in mare, poiché l'acqua salata lascia all'interno del dispositivo dei cristalli che lo danneggiano. 

Apparecchi acustici e pioggia

Pioggia, sudore, vapore o acqua: l'umidità è il nemico numero uno degli apparecchi acustici. Nel caso di dispositivi IP68, la resistenza è massima e il rischio di riscontrare danni a lungo termine alle componenti elettroniche è più bassa.  

Ciò significa che i moderni apparecchi acustici con la certificazione IP68 sono più protetti rispetto ai modelli più vecchi. Ma attenzione: la specifica della classe di protezione si applica solo quando l'apparecchio acustico è nuovo. Utilizzando il vano batteria, ad esempio, la plastica si consuma lentamente e gli spazi vuoti si allargano in modo che l'umidità possa entrare più facilmente.

L'apparecchio acustico si è bagnato: cosa fare?

Se si tratta di qualche schizzo d'acqua o se siete stati in un luogo particolarmente umido, potrebbe essere sufficiente asciugare l'apparecchio acustico con un panno. La maggior parte degli apparecchi, infatti, resiste al contatto con l’acqua o a piccole profondità grazie alle tecnologie di rivestimento nano coated. Tuttavia, è fondamentale agire il prima possibile per evitare danni.

 

L'apparecchio acustico caduto in acqua: cosa fare?

Nel caso in cui il vostro apparecchio acustico cada in acqua, spegnetelo immediatamente, rimuovete la batteria nel caso di un apparecchio a batteria, e asciugatelo con un panno. Scuotete gentilmente l’apparecchio per rimuovere tutta l’acqua rimasta dentro e posate l’apparecchio su un giornale in un luogo tiepido e asciutto per alcune ore, con lo scompartimento della batteria aperto. 

In nessun caso l'apparecchio acustico deve essere asciugato con un asciugacapelli o messo in forno. L'asciugatura funziona ancora meglio con l'ausilio di un dispositivo di asciugatura. Anche per questo, la batteria dovrebbe essere rimossa dagli apparecchi acustici a batteria e il dispositivo dovrebbe essere lasciato per per alcune ore nella scatola per l'asciugatura.

Nel caso degli apparecchi acustici ricaricabili, è consigliabile anche asciugarli e rimetterli nel caricabatterie per ricaricarli al massimo dopo qualche ora.

È possibile che gli apparecchi acustici funzionino fondamentalmente dopo l'asciugatura, ma che il suono sia distorto. Vi raccomandiamo quindi di visitare il centro Amplifon più vicino, in modo che i nostri audioprotesisti possano controllare i dispositivi. 

 

Trovate il centro Amplifon più vicino
Precedente
Successivo

Blog Amplifon

Scoprite tutte le novità sull'udito e sulle soluzioni audiologiche.
Scoprite di più

Scoprite il vostro profilo uditivo

Controllo dell'udito gratuito

Prenotate ora

Test dell'udito online

Fate il test

Cercate un centro Amplifon vicino a voi

Cercate