Mal d’orecchio nei bambini

Infiammazioni e dolori dell’orecchio nei bambini e nei neonati

Cause e possibili terapie in caso di mal d’orecchio nei bambini

I bambini presentano spesso malattie dell’orecchio e mal d’orecchio. Molti di loro, in particolare i neonati e i bambini piccoli, non riescono però a esprimere a parole i loro disturbi. Pertanto i genitori devono conoscere alcuni importanti segnali di avvertimento che indicano un’infiammazione dell’orecchio. Così capirete se vostro figlio soffre di mal d’orecchio e quando è opportuno portarlo dal medico. 

Malattie dell’orecchio nei bambini

Le infiammazioni del condotto uditivo e una serie di ulteriori malattie dell’orecchio colpiscono più spesso i bambini rispetto agli adulti. Poiché le orecchie dei bambini non sono ancora completamente sviluppate, esse sono notevolmente più soggette. I bambini di età tra i sei mesi e i sei anni sono colpiti particolarmente spesso da infiammazioni dell’orecchio medio. In questo caso la loro corta tromba di Eustachio si gonfia, il che comporta problemi nella compensazione della pressione e nel deflusso dei liquidi. In caso di infiammazione dell’orecchio medio spesso compaiono anche dolori all’orecchio. Un’altra frequente malattia infantile che si ripercuote sull’udito è l’otite siero-mucosa. In questo caso il liquido si accumula nell’orecchio medio, determinando una diminuzione della capacità uditiva in molti casi. Altri sintomi dell’otite siero-mucosa sono sensazione di pressione, vertigini o mal di testa. 

Riconoscere il mal d’orecchio

Nei bambini il mal d’orecchio interessa spesso un solo orecchio, ma a volte può anche essere bilaterale. A seconda della causa del mal d’orecchio possono presentarsi diversi sintomi collaterali. Oltre a forti dolori alle orecchie i bambini lamentano spesso anche febbre e secrezione purulenta. 

Sintomi nei bambini piccoli

Se il vostro bambino non sa ancora parlare, dovete fare attenzione ad altri segnali. Qualora dovessero presentarsi i sintomi seguenti, probabilmente il vostro bambino soffre di mal d’orecchio: si tocca spesso le orecchie, si agita nel sonno e continua a piagnucolare.

Sintomi del mal d’orecchio nei neonati

Come i bambini piccoli, anche nei neonati il mal d’orecchio si manifesta con un continuo piagnucolio. Altri sintomi tipici sono dolore al tocco dell’orecchio, aumento della temperatura o febbre, naso chiuso o tosse. Inoltre molti neonati si rifiutano anche di mangiare. Nei neonati i dolori causati dalla dentizione possono sovrapporsi al mal d’orecchio.

Cause del mal d’orecchio nei bambini

Poiché per i bambini la cavità rinofaringea e l’orecchio medio non sono ancora completamente sviluppati, gli agenti patogeni possono diffondersi facilmente nelle loro orecchie. Per questo motivo soffrono spesso di mal d’orecchio quando vengono colpiti dal raffreddore o da un’infiammazione della gola o dell’orecchio medio. Inoltre tipiche malattie infantili, ad esempio gli orecchioni o la scarlattina, possono anche sviluppare il mal d’orecchio come sintomo collaterale. Allo stesso modo sono possibili lesioni causate da bastoncini di ovatta o la presenza di acqua nell’orecchio. Poiché a volte i neonati e i bambini piccoli introducono corpi estranei nel condotto uditivo, i dolori possono derivare anche da questo. 

Trattamenti per bambini e neonati

A seconda della causa del mal d’orecchio, si utilizzano approcci terapeutici diversi. Ad esempio, un’infiammazione dell’orecchio medio viene spesso trattata con gocce nasali decongestionanti, in parte anche con l’assunzione di antibiotici. In caso di otite siero-mucosa l’otorinolaringoiatra punta per lo più su medicamenti espettoranti in combinazione con gocce nasali decongestionanti. Se l’otite siero-mucosa è di origine batterica possono essere opportuni anche antibiotici e antidolorifici. Un’infiammazione acuta del condotto uditivo viene trattata con la pulizia del condotto uditivo da parte di un otorinolaringoiatra e con gocce antinfiammatorie per le orecchie. In molti casi una lesione lieve della tromba di Eustachio guarisce spontaneamente. Se la lesione è grave, può rendersi necessaria un’operazione. I corpi estranei nell’orecchio dovrebbero essere rimossi a regola d’arte da un medico. Così potrete essere sicuri che il corpo estraneo non penetri per errore ancora più profondamente nel condotto uditivo del vostro bambino.

L'omeopatia contro il mal d’orecchio

Oltre alla terapia farmacologica sopra menzionata, in caso di mal d’orecchio si è dimostrata di comprovata efficacia anche una serie di rimedi casalinghi e omeopatici. Essi sono delicati e pertanto particolarmente adatti alle sensibili orecchie dei bambini. 

Rimedi casalinghi contro il mal d’orecchio

Le cipolle contengono oli essenziali che hanno effetto antibatterico ed espettorante. La cosa migliore è utilizzarle sotto forma di impacco. A tale scopo dovete tagliare la cipolla a pezzetti e scaldarla finché non risulterà trasparente. Infine avvolgete i pezzi di cipolla in un canovaccio e, non appena la temperatura sarà piacevole sulla pelle, posate l’impacco per circa 30 minuti sull’orecchio colpito. Qualche goccia di succo di cipolla tiepido può anche essere inserita direttamente nell’orecchio. Se il vostro bambino non ama l’odore della cipolla, è possibile utilizzare un cuscino di noccioli di ciliegia caldo. 

Globuli contro il mal d’orecchio

Molti genitori si affidano all’efficacia dell’omeopatia. In caso di mal d’orecchio è possibile utilizzare diversi globuli. In caso di mal d’orecchio bilaterale, febbre e testa calda, Belladonna è la scelta giusta. In caso di disturbi al lato sinistro o di pianto, gli omeopati consigliano Pulsatilla. Se il mal d’orecchio è accompagnato da forte sudorazione e debolezza, si possono utilizzare globuli di Mercurius solubulis. 

Quando si dovrebbe andare dal medico?

Il vostro bambino si sveglia nel cuore della notte, lamenta mal d’orecchio e piagnucola. In tali situazioni molti genitori non sono sicuri se sia necessario recarsi dal medico. In linea di principio, nella maggior parte dei casi è opportuno che un medico chiarisca le cause del mal d’orecchio. In particolare perché i disturbi non curati possono ripercuotersi negativamente sulla salute del bambino: ad esempio, se la capacità uditiva è ridotta a lungo termine, ciò ha spesso anche delle conseguenze sullo sviluppo dei bambini. 

Scoprite il vostro profilo uditivo

Controllo dell'udito gratuito

Prenotate ora

Test dell'udito online

Fate il test

Cercate un centro Amplifon vicino a voi

Cercate