Mal d’orecchio e rimedi casalinghi

Cosa fare in caso di mal d’orecchio? - Cause, rimedi casalinghi e trattamento

Il mal d’orecchio è un disturbo comune. Nei bambini si manifesta solitamente l’otite media, mentre negli adulti la diagnosi può essere più difficile. Le cause sono spesso infettive, ma a volte sono esterne all’orecchio. Un otorinolaringoiatra (ORL) troverà il giusto approccio terapeutico.

Mal d’orecchio e sintomi

In medicina il mal d’orecchio si definisce otalgia. Questo termine comprende ogni sensazione dolorosa dentro e sull’orecchio. Il mal d’orecchio è molto comune nei bambini: circa il 40% dei bambini contrae l’otite media, una delle cause più comuni di mal d’orecchio, almeno una volta prima del decimo anno di età.

Esistono vari tipi di mal d’orecchio. Può manifestarsi improvvisamente (acuto) o progressivamente e diventare più forte nel tempo (cronico). Il mal d’orecchio può essere percepito come una sensazione di bruciore o di fastidio, unilaterale o bilaterale, dopo un viaggio in aereo o dopo un bagno. Può anche essere accompagnato da dolore alla deglutizione, mal di gola, febbre o raffreddore.

Mal d’orecchio negli adulti e negli adolescenti

Le persone in età adulta soffrono meno frequentemente di mal d’orecchio. E, quando si presenta, è più probabile che si tratti di una malattia del condotto uditivo esterno. Negli adolescenti le infiammazioni del condotto uditivo sono il tipo più comune di mal d’orecchio. La causa è di solito una modalità di pulizia dell’orecchio aggressiva ed esagerata. Se si inseriscono bastoncini di cotone od oggetti appuntiti troppo in profondità, l’orecchio subisce lievi lesioni che possono causare infezioni.

Viaggiare in aereo può causare mal d’orecchio, a causa della depressione temporanea nella cavità dell’orecchio. Possono sorgere gravi problemi anche durante le immersioni, se si ha un raffreddore o si ha già un’infiammazione all’orecchio. In caso di mal d’orecchio violento accompagnato da perdita dell’udito, vertigini o acufene potrebbe trattarsi di un barotrauma. Questo deve essere trattato tempestivamente, per evitare che il timpano si laceri o rompa le parti interne dell’orecchio.

Le persone anziane hanno maggiori probabilità di soffrire di herpes auricolare. Questa infiammazione può diffondersi al nervo facciale e portare alla paralisi.

Mal d’orecchio nei bambini e nei neonati

È difficile identificare il mal d’orecchio nei bambini piccoli o nei neonati. Può essere un effetto collaterale durante la dentizione. In questo caso, spesso passano una mano sull’orecchio e sulla guancia. Un piccolo test aiuta a valutare la situazione: premere delicatamente sulla cuspide cartilaginea (trago) situata nella parte anteriore dell’orecchio (verso il viso). Se il bambino inizia a piangere o mostra altre reazioni di disagio, questa è una chiara indicazione di mal d’orecchio.

Cause del mal d’orecchio

Tuttavia, la causa spesso non è facile da determinare, perché il mal d’orecchio è un sintomo di molte malattie. Per avere mal d’orecchio non è necessario avere problemi all’orecchio stesso. Ad esempio, anche le malattie della mascella o dei denti possono causare dolore all’orecchio. Quindi non sorprendetevi se il medico non vi chiede solo la durata e la gravità del dolore, ma anche la vostra storia medica, il dolore al viso, alla testa o alle spalle.

Cause del mal d’orecchio esterne all’orecchio

  • Malattie dei denti o del disordine termomandibolare
  • Malattie del rachide cervicale
  • Tonsillite (tonsillitis) o infiammazione della gola (pharyngitis)
  • Accumulo di pus vicino alle tonsille (ascesso peritonsillare)
  • Malattie dei seni paranasali (sinusite)
  • Tumori nella regione della testa e della gola
  • Infiammazione dei nervi nell'area dell'orecchio

Cause del mal d'orecchio nell'orecchio

  • Eccessivo accumulo di cerume (cerume)
    Il cerume è necessario per mantenere libero e pulito il condotto uditivo. Tuttavia una sovrapproduzione può causare la chiusura del condotto uditivo, che a sua volta porta alla perdita dell’udito. L'uso improprio di auricolari può anche causare tappi di cerume. In entrambi i casi, il medico deve sciacquare il condotto uditivo interessato con l’aiuto di un preparato, oppure aspirare all’interno dell’orecchio. 
  • Infiammazione del condotto uditivo esterno (otite esterna)
    I medici definiscono otite esterna un'infiammazione della pelle che riveste il condotto uditivo esterno. Questa inizia all’apertura dell’orecchio e porta al timpano. Il condotto uditivo esterno è lungo circa 3,5 cm e descrive una curvatura a forma di S, che assicura che il timpano non sia visibile e protetto dall’esterno. 
  • Otite media acuta o cronica (Otitis media)
    L’Otitis Media (otite media) è una patologia dolorosa dell’area dietro il timpano, causata da batteri o virus a causa di raffreddore o tonsillite. Molto spesso ne sono colpiti i neonati e i bambini fino a tre anni. La malattia può manifestarsi anche nei bambini più grandi e negli adulti. 

Lesioni al timpano

La perforazione del timpano, nota anche come buco nel timpano, è una lesione alla membrana, che funge da barriera tra la parte esterna dell’orecchio e l’orecchio interno e ha un’influenza decisiva sull'udito. Infine, il timpano protegge dall'ingresso di germi e trasmette le onde sonore in arrivo all’orecchio medio. Se si riconoscono i sintomi e si inizia il trattamento in tempo utile dopo la diagnosi da parte degli esperti, è possibile prevenire con successo il danno consequenziale.

Barotrauma

Lesione dovuta a condizioni di pressione sfavorevoli, ad esempio durante immersioni o viaggi in aereo.

Tutti conoscono la sensazione sgradevole di pressione nelle orecchie: guidando un’auto in montagna oppure nelle fasi di decollo e all’atterraggio di un aereo, è la conseguenza innocua del cambiamento di pressione. Ma talvolta la pressione auricolare permane più a lungo. Si manifesta attraverso una sensazione fastidiosa o dolorosa di pressione nell’orecchio, attraverso una sensazione di "ovatta" e "udito ovattato". Se questi disturbi si protraggono per più tempo e non spariscono deglutendo o sbadigliando, è possibile che la compensazione della pressione nell’orecchio sia compromessa o l’orecchio infiammato. In questi casi è bene rivolgersi a un otorinolaringoiatra che esamini il problema e definisca la terapia più idonea

Acqua nell’orecchio

Tutti hanno sperimentato l’acqua che rimane nelle orecchie dopo il bagno. Di solito la sensazione fastidiosa scompare rapidamente, ma a volte l’acqua rimane nell’orecchio. Questo può anche causare infezioni alle orecchie. Spieghiamo tutto su sintomi, prevenzione e trattamento.

Altre cause

  • Infiammazione del padiglione auricolare
  • Tumori dell'orecchio esterno
  • Disturbo della ventilazione dell’orecchio medio
  • Adenoidi, volgarmente chiamati “polipi”
  • Corpo estraneo nel condotto uditivo
  • Foruncoli di pus nel condotto uditivo

Cosa fare in caso di mal d’orecchio?

È necessaria una diagnosi medica per poter prendere le giuste misure contro il mal d’orecchio. Se la causa del dolore non è chiara, è consigliabile concordare un appuntamento con un otorino, che potrà determinare se si tratta di un virus o di un’infezione batterica. Di conseguenza, sarà necessario un altro trattamento – con diversi farmaci.

Non appena lo specialista ORL, il pediatra o il medico generico hanno fatto una diagnosi, la causa del mal d’orecchio può essere trattata. Lo specialista spiegherà esattamente cosa fare contro il mal d’orecchio:

  • un’infezione batterica dell’orecchio medio, del canale uditivo esterno o della gola viene generalmente trattata con antibiotici.

Esistono diverse opzioni di trattamento per un’infezione virale. Antidolorifici come ibuprofene o paracetamolo alleviano i sintomi in modo rapido ed efficace. La terapia del dolore dovrebbe essere iniziata il prima possibile, evitando inutili sofferenze per il mal d’orecchio. Se si desidera prendere antidolorifici prima di andare dal medico, non è un problema: non influenzano la diagnosi. Al fine di migliorare la ventilazione dell’orecchio medio, in caso di otite media possono essere utilizzate anche gocce nasali decongestionanti.

Quando si dovrebbe andare dal medico?

Se il vostro bambino soffre di mal di gola o sospettate un mal d’orecchio nel bambino, dovreste immediatamente rivolgervi al medico. Anche da adulti, è opportuno sottoporre il mal d’orecchio a una diagnosi professionale: questo può aiutare a prevenire danni permanenti o persino la perdita dell’udito. È opportuno consultare un medico soprattutto in presenza di altri sintomi, come la febbre alta.

Rimedi casalinghi contro il mal d’orecchio

Gli impacchi di cipolla sono un rimedio domestico popolare ed efficace, soprattutto per i bambini, per dare sollievo nelle ore o nella notte prima di vedere un medico. Per prepararli occorre tritare una cipolla, metterla in un panno di cotone caldo e tenerlo sull’orecchio. Gli oli essenziali della cipolla alleviano dolori e mal d’orecchio quando il dolore deriva da un’otite media.

Rimedio casalingo: Omeopatia

Anche l’omeopatia può aiutare, soprattutto per i bambini con mal d’orecchio. A seconda dei sintomi, si possono utilizzare altri globuli: da Verbascum a Chamomilla, Aconitum, Dulcamara, Sulfu, Belladonna, Pulsatilla, Capsicum odbis o Apis. Verificate con il vostro farmacista la giusta più opportuna di globuli per il mal d’orecchio.

Rimedio casalingo: Sali di Schüssler

Anche i sali di Schüssler possono fornire sollievo.

Le gocce per le orecchie non sono raccomandate per la terapia del dolore: ammorbidiscono il timpano e possono rendere più difficile la diagnosi del mal d’orecchio.

Farmaci contro il mal d’orecchio

A seconda della causa, ci sono vari farmaci per trattare il mal d’orecchio. È importante lasciare che sia l’otorino a scegliere il farmaco più adatto: questo assicura un trattamento adeguato e previene danni consequenziali.

Alternative non farmacologiche

  • Inalazioni
  • Lavaggi nasali
  • Impacchi di cipolla
  • Pulizia del condotto uditivo esterno
  • Candele per l’orecchio
    Le candele per l’orecchio sono candele cave di cera che si accendono dopo averle inserite nel condotto uditivo esterno. Sono utilizzate nella medicina alternativa e riscaldano l’orecchio, producendo determinati effetti sull’organismo. Non sono adatte per il trattamento di tappi di cerume e sono da utilizzarsi con cautela.

Come prevenire il mal d’orecchio?

Poiché il mal d’orecchio ha molte cause diverse, non è possibile una prevenzione mirata. Tuttavia, è possibile ridurre il rischio prestando attenzione ad alcuni aspetti. Ad esempio, se avete un raffreddore quando viaggiate in aereo, le gocce nasali decongestionanti aiutano a evitare il mal d’orecchio legato alla pressione. Se non si è raffreddati, masticare una gomma o esercitare una contropressione mantenendo il naso chiuso aiuta a prevenire il mal’orecchio durante il decollo o l’atterraggio, bilanciando la pressione.

I bambini soffrono di dolore all'orecchio significativamente più spesso degli adulti, principalmente a causa dell’otite media. La ricerca mostra che un ambiente privo di fumo, l’allattamento al seno, il non utilizzo di un ciuccio e la vaccinazione contro gli pneumococchi proteggono dall’otite media. È utile consultare uno specialista ORL sin dall’inizio del mal d’orecchio. In questo modo si evitano complicazioni e dolori inutili.

È possibile prevenire il cosiddetto orecchio del nuotatore (otite esterna) inclinando la testa alternativamente su entrambi i lati dopo il bagno in piscina. In questo modo l’acqua può uscire dai condotti uditivi. L’acqua della piscina provoca infiammazioni a causa dell’umidità, inoltre il cloro presente nell’acqua asciuga l’orecchio, favorendo l’infiammazione. Tuttavia, è necessario evitare la pulizia e l’asciugatura con un batuffolo di cotone, poiché questo può facilmente danneggiare il condotto uditivo o il timpano.

Scoprite il vostro profilo uditivo

Controllo dell'udito gratuito

Prenotate ora

Test dell'udito online

Fate il test

Cercate un centro Amplifon vicino a voi

Cercate