Cosa fare in caso di insetti o ragni nell'orecchio?

Ultimo aggiornamento Jul, 29, 2021

Gli insetti possono davvero entrare nell'orecchio?

In effetti, può capitare che piccoli insetti si perdano nell'orecchio. Il fenomeno è più comune nei paesi in cui le persone sono spesso abituate a dormire per terra, oppure nelle persone che fanno spesso escursionismo. Raramente se ne sente parlare in Europa e di solito si tratta di piccole mosche o coleotteri.

La paura di trovarsi un ragno nell'orecchio ovviamente non è del tutto infondata: nel peggiore dei casi, un piccolo ragno o un altro insetto potrebbero annidarsi nell'orecchio mentre si dorme, tuttavia la possibilità che ciò avvenga è estremamente ridotta. Questo non è garantito solo dalle nostre abitudini di sonno, ma anche dal cerume delle nostre orecchie: infatti, l'odore e le sostanze amare nel cerume respingono gli insetti. L'orecchio umano si protegge naturalmente dagli intrusi, bloccandoli grazie alla sua viscosità.

Ma se una mosca, una falena, una formica o un altro insetto si è insinuato nell'orecchio, mantieni la calma. Se non riesci a rimuoverlo delicatamente da solo, non aver paura di rivolgerti a un otorinolaringoiatra. In nessun caso dovresti cercare di rimuoverlo dall'orecchio con pinzette oppure ogetti simili, perché c'è il rischio di lesionare l'orecchio.

Sintomi di un insetto nell'orecchio

Come accennato in precedenza, è raro, ma non impossibile, che un insetto possa entrare nell'orecchio. Ma come capirlo con certezza? I sintomi sono:

  • una sensazione di formicolio e/o solletico senza altre spiegazioni
  • rumori fastidiosi, come acqua nell'orecchio o ronzio nelle orecchie, che possono essere scambiati per l'acufene
  • una leggera perdita dell'udito con l'impressione che l'orecchio sia ovattato
  • una sensazione di un oggetto estraneo nell'orecchio.

Se è molto silenzioso, potresti non notare nemmeno un insetto nell'orecchio. Se l'insetto rimane nell'orecchio per molto tempo, un sintomo può essere anche un'infiammazione del condotto uditivo, che è innescata da un piccolo insetto come un moscerino.

Come rimuovere un insetto nell'orecchio da solo?

In alcuni casi puoi rimuovere tu stesso un insetto dall'orecchio. Per fare ciò, si raccomandano tre misure sicure. Ma fa attenzione! Se questi metodi non riescono a rimuovere l'insetto dall'orecchio, devi consultare un otorinolaringoiatra, poiché in caso contrario c'è il pericolo di lesione del timpano. Ecco le tecniche "fai da te":

  • Prendi una torcia ed entra in una stanza buia. Poi rivolgi la luce verso l'esterno dell'orecchio. Molti insetti (es. mosche, scarafaggi e falene) utilizzano fonti di luce per orientarsi, quindi sono letteralmente attratti dalla luce e possono quindi trovare la via d'uscita dall'orecchio.
  • Se non ha funzionato, puoi provare con un risciacquo dell'orecchio. Inclina la testa in modo che l'orecchio interessato sia rivolto verso l'alto. Lascia che l'acqua scorra nell'orecchio e poi gira la testa in modo che l'acqua possa fuoriuscire di nuovo. L'insetto dovrebbe quindi essere lavato via.

Altri oggetti e corpi estranei nell'orecchio

Altri corpi estranei possono entrare e rimanere incastrati nell'orecchio molto più comunemente degli insetti. Ad esempio, quando si lavora in casa e in giardino, parti di piante, polvere o sabbia possono penetrare nell'orecchio. I corpi estranei nel condotto uditivo sono principalmente evidenti attraverso problemi di udito, sensazione di fastidio e ovattamento nell'orecchio. Spesso, però, è anche un problema dell'orecchio stesso e non include corpi estranei: i tappi di cerume sono la causa più comune.

Trova il centro Amplifon più vicino a te
Precedente
Successivo

AmpliNews

Scopri tutte le novità sull'udito e sulle soluzioni audiologiche.
Scopri di più

Scopri il tuo profilo uditivo

Prenota un controllo dell'udito gratuito

Prenota subito

Fai un test dell'udito online

Fai il test

Cerca un centro Amplifon vicino a te

Cerca il centro