Prendersi cura dell’udito con piccoli gesti

Riconoscere e ammettere un calo uditivo non è semplice. Spesso si preferisce isolarsi, rinunciando alle normali attività quotidiane. Nel processo di consapevolezza, però, il ruolo dei famigliari può rivelarsi decisivo. E’ importante che figli e nipoti comprendano le nuove necessità di ascolto della persona cara e che, attraverso un approccio sereno e confortevole, la guidino verso la migliore soluzione acustica per una qualità della vita migliore. 

Il primo passaggio di questo percorso consiste nel compilare un semplice questionario online, utile ai famigliari per determinare quale sia la sensibilità uditiva del proprio caro. In seguito è possibile prenotare un colloquio con uno specialista Amplifon, supportando la persona cara e incoraggiandola a trovare la soluzione d’ascolto adatta.

Studi clinici dimostrano infatti che è necessario un periodo di tempo di 30 giorni per poter apprezzare le nuove modalità di ascolto date dalla soluzione uditiva. In questa fase, alcuni piccoli accorgimenti possono aiutare il proprio caro ad abituarsi passo dopo passo all’amplificazione e al recupero totale della serenità:

  • Scegliere un posto confortevole e poco rumoroso per comunicare, cercando di mantenere sempre un contatto visivo e di non urlare, può fare la differenza
  • E’ opportuno parlare normalmente, senza accentuare i movimenti labiali, e accompagnare con la mimica ciò che si sta dicendo, per enfatizzarlo lievemente
  • È buona regola, infine, evitare le espressioni gergali perché potrebbero essere fuorvianti, e riformulare la frase in maniera più comprensibile, qualora non fosse chiara
 riconoscere-calo-udito

Riconoscere il calo uditivo

Prenota una visita di controllo dell’udito online. Aiuta un tuo caro a sentirsi di nuovo sereno grazie agli apparecchi acustici Amplifon!
scopri di più