Brufoli nell'orecchio: cosa fare?

Ultimo aggiornamento Jun, 21, 2021

Come si formano brufoli e punti neri nell'orecchio?

I fastidiosi brufoli sul naso o sulla fronte sono noti a tutti. Tuttavia, se le spiacevoli impurità della pelle si presentano dentro o dietro l'orecchio, ciò risulta particolarmente scomodo e doloroso per la persona interessata. Oltre all'infiammazione dolorosa, i brufoli nell'orecchio possono anche causare dolore all'orecchio, perdita dell'udito e dolore alla mascella. La causa dei brufoli nell'orecchio è il cerume che non è stato in grado di drenare correttamente e quindi ostruisce i pori. Invece di svolgere la sua vera funzione, vale a dire pulire l'orecchio, porta a piccoli brufoli di pus in diverse zone dell'orecchio.

Brufoli nell'orecchio o nel padiglione auricolare

Sia che il brufolo si trovi sull'orecchio, sia che si trovi al suo interno, non dovrebbe mai essere spremuto. Se il brufolo è troppo fastidioso, un medico otorinolaringoiatra può farlo rimuovere professionalmente.

Brufoli sul lobo dell'orecchio

Ci sono molte ghiandole sebacee sul lobo dell'orecchio che possono portare a pori ostruiti. Indossare orecchini e il conseguente stress che essi comportano sulla pelle può favorire lo sviluppo di brufoli sul lobo dell'orecchio.

Brufoli nel condotto uditivo

I brufoli sono particolarmente fastidiosi nel condotto uditivo e possono essere accompagnati da mal d'orecchio. È importante che i brufoli non vengano spremuti con un cotton fioc o simili strumenti. Ciò può infatti portare il liquido purulento a penetrare ulteriormente nell'orecchio e causare nuove infezioni.

Brufoli sulla cartilagine dell'orecchio

Sudore, sporcizia e batteri possono accumularsi particolarmente bene nelle pieghe della cartilagine dell'orecchio. Il risultato può portare alla formazione di brufoli infiammati sulla cartilagine dell'orecchio. L'uso di cuffie sovraurali favorisce questo processo, perché l'aria si accumula al di sotto di esse e i batteri si spostano dalle cuffie alla cartilagine dell'orecchio.

Punti neri nell'orecchio

I punti neri sono più piccoli e più robusti dei brufoli. Questo rende il loro trattamento più complesso. Le ghiandole sebacee ostruite e il cerume causano infatti punti bianchi (sotto la pelle) e punti neri, in cui il sebo entra in contatto con l'aria.

Prevenzione di brufoli nell'orecchio e punti neri

La formazione di brufoli e punti neri nell'orecchio può essere evitata ed esistono infatti vari modi per impedire loro di svilupparsi.

Ciò include la pulizia quotidiana delle orecchie con acqua tiepida e un panno, con il quale pulire il padiglione auricolare delicatamente per rimuovere il cerume. Va prestata una particolare attenzione alle orecchie anche quando si fa la doccia e ci si lava i capelli. È importante assicurarsi che il cerume non venga spinto ancor più all'interno del condotto uditivo durante la pulizia, per questo motivo va evitato anche l'uso di cotton fioc. 

Inoltre, tutti gli elementi che entrano in contatto con le orecchie, come ad esempio il proprio cellulare oppure un cappello, devono essere puliti o lavati regolarmente. Gli utenti dovrebbero pulire i propri apparecchi acustici altrettanto spesso. In questo modo si può contenere la diffusione di sporcizia e batteri.

Spremere i brufoli nell'orecchio: giusto o sbagliato?

Come accennato precedentemente, non è consigliabile spremere i brufoli e i punti neri all'interno dell'orecchio. Ciò infatti può peggiorare la situazione e il liquido purulento nel condotto uditivo può causare una ulteriore infiammazione. Se il brufolo è stato spremuto, l'orecchio deve essere pulito accuratamente il prima possibile.

Rimedi casalinghi per brufoli nelle orecchie

Se le misure preventive non hanno funzionato e si è sviluppato un fastidioso brufolo nell'orecchio, alcuni rimedi casalinghi possono aiutare a liberarsene rapidamente, senza la necessità di spremerlo. Questi includono vari oli o unguenti con cui il brufolo viene tamponato più volte al giorno con un batuffolo di cotone.

Olio dell'albero del tè e aloe vera per i brufoli

L'olio dell'albero del tè e l'aloe vera hanno effetti antinfiammatori e disinfettanti. Per trattare i brufoli, una piccola quantità di liquido viene fatta cadere su un cotton fioc e quindi posizionata sul brufolo. Tuttavia, i principi attivi non devono penetrare nel condotto uditivo, ma essere applicati solo sulla zona interessata.

Unguento contro i brufoli

L'unguento comune acquistabile in farmacia viene utilizzato anche per trattare i brufoli nell'orecchio. L'olio di scisto che contiene ha un effetto antibatterico e inibisce l'infiammazione.

Olio di jojoba per i brufoli

L'olio di jojoba aiuta a eliminare i batteri che causano i brufoli. Si applica direttamente con un batuffolo di cotone sulla zona interessata. Dopo 30 minuti, l'olio in eccesso e lo sporco sciolto vengono rimossi con un panno. L'olio di jojoba di alta qualità è caratterizzato da un colore giallo dorato.

Importante: i brufoli in profondità all'interno del condotto uditivo devono essere sempre trattati da un medico otorinolaringoiatra e non autonomamente con rimedi casalinghi!

Trova il centro Amplifon più vicino a te
Precedente
Successivo

AmpliNews

Scopri tutte le novità sull'udito e sulle soluzioni audiologiche.
Scopri di più

Scopri il tuo profilo uditivo

Prenota un controllo dell'udito gratuito

Prenota subito

Fai un test dell'udito online

Fai il test

Cerca un centro Amplifon vicino a te

Cerca il centro