Infezione all'orecchio per orecchino o piercing

Ultimo aggiornamento Oct, 25, 2022

Infezione all'orecchio da piercing e orecchino

Ci sono casi in cui, nonostante il piercing all'orecchio sia stato effettuato in un centro qualificato e siano state seguite le norme igieniche per la cicatrizzazione, questo provochi un’infezione. Vediamo come risolverla al meglio.

Infezione del buco all'orecchio appena fatto

Appena forato l’orecchio si percepisce di solito un leggero dolore per qualche settimana. Si parla di infezione quando ad esso si aggiungono rossore, gonfiore e irritazione. L'importante è agire in tempo per evitare che il problema diventi più grave.

Buco dell'orecchio infetto dopo anni

Se mal trattata, l’infezione può inasprirsi con il corso degli anni e provocare conseguenze più importanti per l’organismo. In questi casi, si consiglia di effettuare un visita dermatologica e capire la causa specifica del problema.

Infezione da tipi di piercing speciali

Nel caso di piercing particolari come l'elica, trago, torre o radice dell'elice, è necessario farsi spiegare dal personale specializzato che ha praticato la foratura il trattamento specifico. Varieranno infatti la frequenza delle norme igieniche e i tempi di guarigione.
Trova il centro Amplifon più vicino a te

Sintomi dell'infezione all'orecchio da piercing

È abbastanza semplice riconoscere un'infezione all'orecchio da piercing. I principali sintomi sono:

  • arrossamento e gonfiore intorno alla ferita
  • pulsazioni o sensazione di calore nella zona del piercing
  • dolore al tatto ed eccessiva sensibilità 
  • secrezioni maleodoranti di liquido giallastro o verdastro (pus)
  • febbre

Dolore all'orecchio dopo piercing

Il dolore all'orecchio dopo aver effettuato un piercing è piuttosto normale e può durare anche qualche settimana. Altra cosa è se questo dolore persiste e si accompagna ad altri sintomi come febbre, pulsazione e pus.

Pus dall'orecchio dopo piercing

Le infezioni batteriche, in genere, portano all'accumulo di pus attorno alla ferita dovuta al piercing all'orecchio. Se trascurato, l'ascesso potrebbe richiedere il drenaggio chirurgico con la conseguente possibile formazione di cicatrici.

Grumi sulla pelle dopo il piercing all'orecchio

A volte si possono creare dei grumi sulla pelle (cheloidi) in risposta alla lesione dovuta al piercing all’orecchio. Possono sparire da soli dopo qualche mese oppure devono essere asportati chirurgicamente. In ogni caso, consultare il medico se al granuloma sono associati altri sintomi.

Cause dell'infezione all'orecchio da piercing

Le infezioni possono essere causate sia dal personale specializzato durante la procedura di foratura, nel caso in cui non vengano rispettate le adeguate condizioni igienico-sanitare, sia successivamente, durante il periodo di cicatrizzazione, da una erronea o mancata esecuzione delle cure post-foro, o dal contatto con i batteri presenti sulle nostre mani.

Conseguenze di un'infezione all'orecchio da piercing

Le infezioni all'orecchio dovute a un piercing, se trattate da subito con rimedi casalinghi o con la prescrizione di antibiotici da parte del medico si possono risolvere in breve tempo senza conseguenze particolari. In caso contrario, possono causare ascesso, sepsi, sindrome da shock tossico, cicatrici, reazioni allergiche.

Allergie provocate dall'uso di orecchini

L'allergia più comune è quella al nichel. Il primo sintomo che si manifesta è uno sfogo cutaneo che provoca prurito dopo 12-48h dal contatto. Questo può durare a lungo se non viene rimosso l'orecchino. 

Altri sintomi sono:

  • arrossamento
  • prurito
  • desquamazione 
  • tagli o vescicole
  • liquido essudativo

Infezioni causate da allergie

Le reazioni allergiche da metalli iritanti o non anallergici possono essere la causa di insorgenza di infezioni. Ciò accade perché l'allergia provoca prurito e stimola a toccare la parte irritata e a grattarsi.

Rimedi per infezioni da allergie

L'allergia al nichel può essere curata tramite un vaccino che agisce andando a indurre tolleranza alla sostanza. Si utilizza da diversi anni ed è generalmente ben tollerato. I sintomi possono essere trattati attraverso l’uso di prodotti da applicare sulla pelle o medicinali da assumere per via orale prescritti dal medico. È altrettanto generalmente consigliato l'utilizzo di orecchini con metalli anallergici, oro 14 carati, acciaio chirurgico o argento. 

Pallina dura dietro l'orecchio

Dopo aver fatto il buco all'orecchio il lobo potrebbe infiammarsi causando la nascita di un fibroma reattivo o una cisti. Nello specifico è come se si formasse una piccola pallina dolente al tatto e fastidiosa dietro il lobo.

Cause

È probabile che all'interno del lobo si sia formato un nodulo fibroso reattivo o una piccola cisti, responsabili della parziale occlusione del foro, per cui l'introduzione dell'orecchino è causa di irritazione ed eventualmente di infezione.

Rimedi

Si consiglia di non indossare orecchini quando appare il sintomo e disinfettare il lobo. Si potrebbe provvedere con l'applicazione di una crema cortisonica o antibiotica dietro prescrizione medica.

Se il problema dovesse persistere è opportuno contattare un dermatologo per trovare una soluzione. Nei casi più estremi potrebbe essere necessario sottoporsi ad intervento chirurgico.

Come trattare l'infezione da piercing all'orecchio

In presenza di sintomi da infezione o di una reazione allergica, nelle prime 48 ore si può ricorrere a rimedi casalinghi come l'acqua salina; se invece il problema persiste o in presenza di febbre, consultate un medico per evitare che sopraggiungano complicazioni.

Rimedi casalinghi

In caso di infezione molto leggera, dopo aver concordato il trattamento con uno specialista, rimuovere il pus dall'orecchio con un cotton fioc inumidito con sapone antisettico o soluzione salina due volte al giorno. Potete acquistarla già pronta oppure prepararla in casa utilizzando acqua e sale. Si raccomanda di non utilizzare lo stesso bastoncino di cotone per entrambe le orecchie.

Quando consultare un medico

Se l'infezione non migliora in 48 ore o in presenza di febbre, vi consigliamo di consultare il medico. Vi prescriverà l'applicazione locale di creme antibiotiche o antibiotici da assumere per bocca.

Cosa evitare durante la cura

Durante il periodo di cura della ferita, evitare l'esposizione al sole, alla sabbia, all'acqua delle piscine e ai cosmetici. Inoltre, non rimuovere mai il piercing per più del tempo necessario alla sua pulizia.

Come prevenire l'infezione all'orecchio da piercing

Per prevenire un'infezione all'orecchio, è fondamentale innanzitutto rivolgersi a un centro autorizzato e qualificato, evitando il piercing fai da te. In secondo luogo vanno seguite con costanza tutte le norme igieniche raccomandate dal piercer, lavandosi sempre le mani prima di toccare la zona che deve cicatrizzarsi.

Altre domande? Vieni a trovarci in un centro Amplifon

Prenota un appuntamento e vieni a visitarci presso uno dei nostri centri Amplifon, i nostri audioprotesisti saranno pronti a rispondere a qualunque tua curiosità sul mondo dell'udito e a mostrarti la nostra gamma di apparecchi acustici Amplifon.

Prenota un appuntamento
Precedente
Successivo

AmpliNews

Scopri tutte le novità sull'udito e sulle soluzioni audiologiche.
Scopri di più

Scopri il tuo profilo uditivo

Prenota un controllo dell'udito gratuito

Prenota subito

Fai un test dell'udito online

Fai il test

Cerca un centro Amplifon vicino a te

Cerca il centro