Sindrome di Ménière

Di cosa si tratta?

Il suo nome deriva dal medico francese Prosper Ménière che, per primo, la descrisse nel 1861.

La Sindrome di Ménière si caratterizza per un aumento della pressione del liquido contenuto nel labirinto auricolare e si manifesta attraverso una molteplicità di sintomi, tra cui vertigini, acufeni, sensazione di pressione e, talvolta, dolore all’orecchio interessato. Spesso ad essa si accompagna la percezione di udito ovattato con lieve o moderato calo uditivo. In tal caso, il consiglio è di rivolgersi un medico specialista per indagare la natura del  problema.

Dalle cause…

Sebbene vi sia ancora molto da scoprire circa i fattori scatenanti la Sindrome di Ménière, tra le possibili cause si annoverano la predisposizione genetica, ripetute infezioni a carico dell’orecchio e malattie autoimmuni quali l’artrite reumatoide. Il disturbo di per sé può interessare chiunque, a prescindere dall’età, ma si aggrava con il passare degli anni prediligendo il sesso maschile. Tende inoltre ad avere un andamento altalenante, con fasi di acutizzazione dei sintomi a cui seguono fasi di remissione. Tuttavia, di fronte alla comparsa delle prime avvisaglie, è opportuno sottoporsi ad un’accurata visita medico-specialistica, cui spesso  si associa  l’esame audiometrico e la risonanza magnetica.

...ai rimedi

Molto spesso, per alleviare i sintomi, lo specialista  si orienta verso farmaci anticolinergici, che possano ridurre nausea e vertigini e a diuretici che favoriscano il drenaggio interno dell’endolinfa. A tal proposito, adottare una dieta alimentare iposodica ed iperidrica, che possa contrastare l’accumulo di liquidi nell’orecchio, ed eliminare o perlomeno ridurre l’assunzione di caffeina e nicotina, risultano essere dei validi ausili.

Scopri il tuo profilo uditivo

Prenota un controllo dell'udito gratuito

Prenota subito

Fai un test dell'udito online

Fai il test

Cerca un centro Amplifon vicino a te

Cerca il centro