Acufeni dopo concerto o discoteca?

Ecco cosa fare!

Acufeni dopo concerto o discoteca, ovvero sibili, fruscii o ronzii che vengono percepiti dopo una serata all’insegna del divertimento. Solitamente tale percezione acustica è destinata a scomparire nell’arco di qualche ora.
Se così non dovesse essere, è bene non allarmarsi: i rimedi esistono e sono alla portata di tutti.

Dopo una serata in discoteca o ad un concerto, dove il volume della musica è decisamente molto elevato, capita frequentemente di percepire i cosiddetti acufeni.

La sensazione è quella di avvertire fischi, sibili e fruscii, in particolare prima di addormentarsi. Tutto ciò è il risultato di un’eccessiva e prolungata esposizione a rumori particolarmente intensi che danneggiano, o comunque irritano, le cellule ciliate della coclea, la parte più interna dell’orecchio. 

Rimedi per acufeni dopo il concerto

Solitamente un periodo di “riposo acustico” di qualche ora favorisce il ripristino della normale funzionalità dell’orecchio e delle cellule cocleari, con conseguente scomparsa degli acufeni. Alcune volte però, se lo stress sonoro dura per tanto tempo o l’intensità del suono a cui ci si espone è estremamente elevata, il danno uditivo che ne consegue può essere permanente. In questi casi è necessario rivolgersi ad un medico specialista per la terapia opportuna.

In linea generale, è possibile affermare che adottare uno stile di vita sano, che preveda un’alimentazione equilibrata e un costante, sebbene moderato, esercizio fisico, sia il primo passo per preservare anche il proprio benessere uditivo. Un occhio di riguardo va all’alimentazione. Prediligere alimenti ricchi di melatonina quali olio di oliva, pomodori e noci, può migliorare considerevolmente la qualità del sonno. Mentre gli alimenti ricchi di zinco quali pesce, ostriche, legumi, cioccolato fondente e semi di zucca, possono addirittura alleviare la percezione del tinnito. Limitare l’ascolto della musica ad alto volume sia in discoteca che in cuffia o tra le pareti domestiche preserva dai danni da rumore ben conosciuti e documentati. Se poi si lavora in ambienti rumorosi è indispensabile utilizzare gli otoprotettori (cuffie o tappi).

Nei casi in cui gli acufeni siano presenti quotidianamente, si può ricorrere ai dispositivi di arricchimento sonoro che possono ridurre, o addirittura eliminare, la percezione dell’acufene stesso. Amplifon propone a tal proposito la palla sonora, i dispositivi indossabili e il cuscino sonoro che, emettendo diversi tipi di suono (dal rumore bianco ai suoni della natura), regalano all’utente una gradevole sensazione di relax.

Scopri il tuo profilo uditivo

Prenota un controllo dell'udito gratuito

Prenota subito

Fai un test dell'udito online

Fai il test

Cerca un centro Amplifon vicino a te

Cerca il centro