Come funzionano gli apparecchi acustici?

Ultimo aggiornamento Apr, 27, 2022

Cosa sono gli apparecchi acustici?

Gli apparecchi acustici sono dispositivi elettronici che si applicano dietro o all'interno dell'orecchio e che aiutano le persone con problemi di ipoacusia a sentire meglio, migliorando la loro qualità di vita.

Come funziona un apparecchio acustico?

Gli apparecchi acustici sono in grado di produrre un suono più “udibile”. Ma nel dettaglio, come funziona l’apparecchio acustico? Ogni persona riesce a sentire l’infinita varietà di suoni esistente, in un modo unico. L’apparecchio acustico riesce a trasmettere le vibrazioni sonore ad un volume superiore rispetto a quello reale, adattandolo alla persona e al suo livello di udito: amplifica, quindi, solo ciò che si ha bisogno di udire meglio.

Come è formato un apparecchio acustico?

Gli apparecchi acustici sono formati da diversi componenti che assicurano il miglioramento dell’udito, grazie alla loro interazione. Ogni apparecchio è composto dai seguenti elementi: microfoni, un chip computerizzato, un amplificatore, un ricevitore e una batteria. Il microfono rileva il suono trasformandolo in un segnale digitale, l’amplificatore ne aumenta il volume e il ricevitore riproduce il suono inviandolo all’orecchio.

Microfono

Il microfono, in ogni dispositivo acustico, è la componente in grado di ricevere il suono. Gli apparecchi acustici con microfono sono quindi in grado di convertire il suono rilevato in un segnale digitale. Questo suono viene analizzato dal chip computerizzato, che lo elabora e lo invia all'amplificatore. Esistono in commercio anche apparecchi con due microfoni, con lo scopo di migliorare la capacità di dscriminazione del parlato anche in condizioni di notevole rumore di fondo, come nel caso del cosidetto "cocktail party". 

Amplificatore

L'amplificatore o elaboratore di segnale è un elemento essenziale in ogni apparecchio acustico, l’amplificatore è la componente che amplifica le vibrazioni del suono aumentandone il volume, inviandolo così al ricevitore.

Ricevitore

il ricevitore o trasduttore in uscita degli apparecchi acustici è un piccolo altoparlante che trasforma i segnali elettrici forniti dall'amplificatore in variazione di pressione acustica. Ha il compito di trasdurre il segnale elettrico elaborato in un segnale diretto a dei luoghi anatomici specifici, come ed esempio la membrana timpanica, la teca cranica o le fibre del nervo acustico.

Come funzionano i vari tipi di apparecchi acustici?

Gli apparecchi acustici possono differenziarsi per prezzo, dimensioni, tecnologia, posizionamento nell’orecchio e visibilità. I principali modelli sono i seguenti: 

  • apparecchi Behind The Ear, (BTE), retroauricolari: posizionati dietro l’orecchio, presentano un tubicino trasparente che collega l’apparecchio acustico a un auricolare che si adatta al canale uditivo. Sono ideali per chi ha una perdita uditiva grave o profonda.
  • apparecchi Receiver In The Ear, (RITE), apparecchi acustici retroauricolari con ricevitore nel condotto uditivo esterno. Sono indicati per ipoacusia di entità da lieve a moderatamente severa.
  • apparecchi In The Ear, (ITE), In The Canal, (ITC), Completely In the Canal, (CIC) o Invisible In the Canal (IIC), che corrispondono alle diverse categorie di apparecchi acustici endoauricolari; essi si distinguono a seconda del posizionamento e della profondità di collocamento tra prima e seconda ansa del condotto uditivo esterno, risultando completamente invisibili e indicati per chi ha perdite uditive lievi o moderate.

Apparecchi acustici personalizzati

Gli apparecchi acustici sono personalizzati in base alle esigenze specifiche della persona ipoacusica e si adattano perfettamente a ogni stile di vita, amplificando solo ciò che la persona ha bisogno di sentire meglio. Per questo, per la loro applicazione, è sempre necessario consultare un professionista dell’udito per concordare la tipologia corretta e realizzare degli apparecchi acustici su misura.

Apparecchio acustico o impianto cocleare?

A differenza dell’apparecchio acustico, rimuovibile in qualsiasi momento, l’impianto cocleare è un dispositivo elettronico applicabile solo attraverso un intervento chirurgico, all’interno della coclea. Il suo scopo è quello di stimolare direttamente il nervo acustico per permettere di percepire i suoni ed è consigliato quando gli apparecchi acustici non sono più sufficienti.

Adattamento e regolazione dei dispositivi acustici

L’adattamento e la regolazione degli apparecchi acustici richiede l’intervento di un professionista: l’audioprotesista, l’esperto da cui dipende il buon funzionamento degli apparecchi. Quando ci si chiede come regolare gli apparecchi acustici, quindi, è a questa figura che bisogna ricorrere.

Vuoi sapere di più sugli apparecchi acustici?

Sei curioso del funzionamento degli apparecchi acustici? Recati presso il centro Amplifon più vicino, i nostri audioprotesisti saranno lieti di darti tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Trova un centro
Precedente
Successivo

AmpliNews

Scopri tutte le novità sull'udito e sulle soluzioni audiologiche.
Scopri di più

Scopri il tuo profilo uditivo

Prenota un controllo dell'udito gratuito

Prenota subito

Fai un test dell'udito online

Fai il test

Cerca un centro Amplifon vicino a te

Cerca il centro