Le parti degli apparecchi acustici

Auricolari, trasduttori, filtri e altri componenti

Le parti principali di un apparecchio acustico in sintesi

Sai che cos'è un apparecchio acustico e da quali e quante parti è composto?  Scoprilo leggendo questo articolo, ti spiegheremo che cosa sono i filtri, il microfono, l'auricolare e tutte le altre componenti, necessarie e opzionali, di un apparecchio acustico.

Sei in cerca di apparecchi acustici? Trova un centro per l'udito

Di cosa sono fatti gli apparecchi acustici?

Gli apparecchi acustici sono composti da tante piccole parti che contribuiscono a garantire l'esperienza di ascolto. Esistono diversi tipi di apparecchi acustici che possono essere divisi in tre gruppi: quelli che si posizionano dietro l'orecchio (retroauricolari), all'interno (endoauricolari), e gli apparecchi che prevedono l'inserimento del solo ricevitore direttamente nell'orecchio (i cosiddetti Open Ear, gli apparecchi di ultima generazione RIC). 

Parti comuni a tutti i tipi di apparecchi acustici

Non tutti gli apparecchi acustici sono formati dagli stessi componenti, ma possiamo senza dubbio dire che esistono delle parti che non possono mai mancare in un apparecchio, come il microfono, gli auricolari, l'amplificatore e le batterie. 

Scatola per apparecchio acustico

Ogni apparecchio acustico ha la sua scatola: si tratta di un box che custodisce e protegge tutte i componenti dell'apparecchio. Ne esistono di diversi tipi, anche resistenti all'acqua, e sono spesso composti da materiali di alta qualità, come nel caso delle scatole prodotte da Amplifon. La funzione principale della scatola è quella di permettere il trasporto dell'apparecchio in totale sicurezza.

Microfono

Il microfono è uno dei componenti indispensabili di ogni apparecchio acustico; il suo obiettivo è raccogliere il suono e al contempo limitare i rumori di fondo per restituire all'utente un suono chiaro e ben distinguibile. Questo componente è strettamente collegato all'altoparlante che restituirà alla persona il suono in base alle sue esigenze uditive.

Gli apparecchi di ultima generazione sono dotati di microfoni "direzionali": si tratta di particolari microfoni in grado di captare i suoni da qualsiasi direzione provengano; ne esistono di diversi tipi: 

  • omnidirezionali fissi
  • direzionali fissi
  • direzionali adattivi

La prima tipologia è consigilata nel caso in cui il paziente si trovi in un ambiente poco rumoroso, impegnato in attività casalinghe che comprendano anche l'ascolto della radio o della TV; il secondo gruppo è indicato per potenziare i suoni che arrivano frontalmente; infine, i microfoni adattivi, dal nome stesso, sono in grado di gestire le due tipologie di microfoni (direzional e omnidirezionali) in modo automatico.

Auricolare o altoparlante

L'auricolare è strettamente collegato al microfono: è grazie al lavoro sinergico di auricolare e microfono che dipende il grado di soffidazione di chi indossa l'apparecchio acustico e la qualità dell'ascolto; può essere sia interno che esterno.

Amplificatore o microprocessore

L'amplificatore è un altro elemento necessario di un apparecchio acustico: questo componente permette di aumentare il suono percepito dal microfono e poi di restituirlo all'udito attraverso l'auricolare. 

In questo processo, l'amplificatore, come si evince dal nome del componente, permette di aumentare il campo di azione del suono. Ma non vengono aumentati tutti i suoni, in modo indiscriminato: infatti l'amplificatore, anche detto microprocessore, in base a opportune regolazioni, elabora solo determianti suoni e, in seguito, li restituisce al timpano. Si può dire che l'apparecchio acustico è sempre più un computer in miniuatura, capace di "capire" quali suoni garantire all'ascolto e quali, invece, eliminare, come nel caso del rumore di fondo.

Batterie (vano batterie)

La maggior parte degli apparecchi acustici possiede un vano baterie; di solito gli apparecchi più moderni funzionano con le batterie a bottone.

Grazie alla tecnologia di Amplifon, alcuni apparecchi acustici sono ricaricabili e hanno un'autonomia di 24 ore.

Parti opzionali degli apparecchi acustici

Dopo aver descritto le parti necessarie degli apparecchi acustici, passiamo alle parti opzionali. Dobbiamo però precisare che non si tratta di elementi propriamente, opzionali perché, in alcuni casi, rappresentano parti essenziali per curare l'igiene dell'apparecchio e dei singoli componenti e, in altri,per migliorare l'esperienza di ascolto.

Auricolari per l'udito

Alcuni apparecchi acustici permettono un certo livello di personalizzazione: per esempio, le chiocciole, le otoplastiche, possono essere progettate per adattarsi all'orecchio interno del paziente che le indosserà.

Filtri per apparecchi acustici

Il filtro (o filtrino) serve a proteggere l'apparecchio dagli agenti esterni come il cerume, il grasso della pelle, la polvere e la sporcizia; utilizzando i filtri si eviterà che questi detriti vadano a intasare e a danneggiare l’intero apparecchio acustico.

Cupole per apparecchi acustici

Le cupole sono auricolari usa e getta posizonati sull'altroparlante dell'apparecchio. Si tratta di strumenti fondamentali per il comfort acustico; possono consumarsi velocemente e la loro sostituzione consente una migliore igiene e un migliore ascolto.

Tubi per apparecchio acustico

Si tratta di uno speciale tubicino che serve a collegare l'auricolare e l'apparecchio acustico; è consigliabile sostituirlo ogni tre mesi circa e, la mancata sostituzione, può pregiudicare la corretta trasmissione acustica; inoltre, può essere causa di dolore e fischi provocati dal ritorno di suono.

Sistema di amplificazione a induzione magnetica

Il sistema a induzione magnetica è indicato per coloro che usano un apparecchio acustico con bobina telefonica, telecoil. Attraverso la bobina, l'energia magnetica viene convertita in energia elettrica e poi amplificata in un segnale di riproduzione ad alta qualità da un apparecchio acustico. Questo consente di ricevere il segnale direttamente da un microfono o da una TV, evitando il problema legato alla distanza, al riverbero e ai rumori ambientali.

Connessione Bluetooth

La connessione bluetooth permette agli apparecchi acustici di collegarsi a uno smartphone; in questo modo il paziente potrà ascoltare l'audio proveniente da una telefonata o la musica direttamente dal proprio telefonino.

 

Ricambi per apparecchi acustici

I pezzi di ricambio per gli apparecchi acustici sono molto importanti e alcuni componenti devono essere sostituiti periodicamente come, ad esempio, il tubicino e le batterie. Ti consigliamo di visitare il centro Amplifon più vicino a te, dove troverai tutto ciò che ti serve per mantenere il tuo apparecchio acustico sempre nuovo e avere un'esperienza uditiva all'altezza di Amplifon.

Per saperne di più sulle parti degli apparecchi acustici

Vuoi sapere di più sulle parti che compongono l'apparecchio acustico? Visita un centro Amplifon vicino a te. 

Trova un centro

Scopri il tuo profilo uditivo

Prenota un controllo dell'udito gratuito

Prenota subito

Fai un test dell'udito online

Fai il test

Cerca un centro Amplifon vicino a te

Cerca il centro