A quali livelli di decibel un rumore molesto risulta dannoso?

La scala di decibel e alcuni esempi aiutano a comprendere quando un rumore è considerato molesto
Ultimo aggiornamento Jul, 09, 2021

Scala dei decibel: misurazione del suono

L'orecchio umano è in grado di udire suoni molto leggeri (bassa intensità) e suoni estremamente forti (alta intensità). Ha un meccanismo incorporato intelligente che riduce la propria sensibilità all'aumentare del livello sonoro e ha anche la straordinaria capacità di gestire una vasta gamma di livelli di potenza sonora. Può sentire il suono di uno spillo che cade nelle vicinanze e il ruggito di un motore a reazione lontano.

Per esprimere in modo significativo livelli di suono specifici e il rapporto di intensità fra il silenzio e i vari rumori in maniera semplificata viene utilizzata una scala logaritmica, di base 10, anziché una scala lineare. Questa scala è chiamata scala decibel. In termini di decibel, un raddoppio del volume corrisponde all'incirca a un aumento di 10 dB. Non importa se tale aumento va da 40 dB a 50 dB o da 70 dB a 80 dB.

Sulla scala dei decibel, il suono udibile più basso (percepito quasi in silenzio totale) è 0 dB. Un suono 10 volte più potente è 10 dB. Un suono 100 volte più potente del silenzio quasi totale è di 20 dB. Un suono 1.000 volte più potente del silenzio quasi totale è di 30 dB, 40 dB e così via. Di seguito alcuni esempi di rumori in decibel:

  • Un respiro - 10 dB
  • Un sussurro: 40 dB
  • Una conversazione normale - 60 dB
  • Un ristorante rumoroso - 90 dB
  • Un bambino che piange - 110 dB
  • Un palloncino che scoppia - 130 dB

A quanti decibel un suono è dannoso?

La perdita dell'udito può derivare da un singolo suono forte (come i petardi) vicino all'orecchio. O, più spesso, la perdita dell'udito può derivare nel tempo da danni causati da esposizioni ripetute a suoni forti. Più forte è il suono, più breve è il tempo necessario affinché si verifichi la perdita dell'udito. Maggiore è l'esposizione, maggiore è il rischio di perdita dell'udito (soprattutto quando non viene utilizzata una protezione acustica o non c'è abbastanza tempo per riposare le orecchie tra le esposizioni).

Gli effetti del rumore sull'udito variano tra le persone. Le orecchie di alcune persone sono più sensibili ai suoni forti, specialmente a determinate frequenze. (La frequenza indica quanto sia grave o acuto il tono). Tuttavia, qualsiasi suono sufficientemente forte e che dura abbastanza a lungo può danneggiare l'udito e causare ipoacusia.

In generale, è improbabile che suoni inferiori a 75 decibel, anche dopo una lunga esposizione, causino perdita dell'udito. Tuttavia, l'esposizione prolungata o ripetuta a suoni pari o superiori a 85 decibel (circa il volumedi un’aspirapolvere) può causare la perdita dell'udito, a seconda della durata e della frequenza con cui le orecchie vi sono esposte e se si indossano protezioni per l'udito, come tappi per le orecchie o paraorecchie. La maggior parte dei governi regola l'esposizione al rumore per motivi di sicurezza e il livello di esposizione al rumore massimo accettabile più comunemente usato è di 85 decibel nell'arco di otto ore (una tipica giornata lavorativa).

Livelli di decibel e gradi di ipoacusia

La perdita dell'udito può essere permanente o temporanea, già presente alla nascita o svilupparsi a seguito di una malattia. Si verifica più facilmente nelle persone anziane e, in generale, con l’avanzare dell’età. La capacità uditiva, quando rilevata entro i 20 decibel, è considerata conservata. Una capacità uditiva maggiore di 20 db, invece, può essere descritta, in base alla gravità, come segue:

  • Perdita dell'udito lieve: perdita dell'udito da 20 a 40 decibel.
  • Perdita dell'udito moderata: perdita dell'udito da 41 a 60 decibel.
  • Perdita dell'udito grave: perdita dell'udito da 61 a 80 decibel.
  • Perdita dell'udito profonda o sordità: perdita dell'udito di oltre 81 decibel.

Rimedio Amplifon: Tappi per le orecchie

Il nostro udito è costituito da una struttura sensibile che può essere facilmente danneggiata dall'esposizione a livelli di rumore intenso. La protezione delle orecchie può prevenire danni all’orecchio interno riducendo il livello di esposizione al rumore che può provocare una perdita dell'udito. Le protezioni per le orecchie, come cuffie e tappi per le orecchie, possono proteggere le orecchie dal freddo e dal rumore. A seconda delle proprie abitudini, è importante scegliere una protezione per le orecchie specifica, personalizzata in base alle esigenze personali.

Dai tappi per le orecchie standard per le esigenze occasionali alla protezione dell'udito su misura per le tue diverse necessità, scopri la gamma di protezioni acustiche Amplifon che ti accompagnano ogni giorno durante tutte le tue attività.

Altre domande? Vieni a trovarci in un centro Amplifon

Prenota un appuntamento e vieni a visitarci presso uno dei nostri centri Amplifon, i nostri audioprotesisti saranno pronti a rispondere a qualunque tua curiosità sul mondo dell'udito e a mostrarti la nostra gamma di apparecchi acustici Amplifon.

Prenota un appuntamento
Precedente
Successivo

AmpliNews

Scopri tutte le novità sull'udito e sulle soluzioni audiologiche.
Scopri di più

Scopri il tuo profilo uditivo

Prenota un controllo dell'udito gratuito

Prenota subito

Fai un test dell'udito online

Fai il test

Cerca un centro Amplifon vicino a te

Cerca il centro