Musicoterapia: musica per dormire e rilassarsi

Ultimo aggiornamento Feb, 03, 2022

La musica può aiutarci a dormire meglio?

La musica è un vera e propria cura contro stress e disturbi del sonno, tanto da costituire una disciplina chiamata musicoterapia. Agendo sull’asse ipotalamo-ipofisario e sul sistema nervoso autonomo, il suono riesce a modulare alcune delle risposte metaboliche del nostro corpo: le note innescano la produzione di endorfine, migliorano l’umore e favoriscono il rilassamento.

Che cos'è la musicoterapia?

La musicoterapia è una disciplina basata sull'uso della musica come strumento educativo, riabilitativo e terapeutico. L’esperienza musicale ha un impatto benefico sulle funzioni cognitive, sulle capacità motorie, sullo sviluppo emozionale. Si applica in gravidanza e in ambito educativo, o ancora nella medicina oncologica, palliativa e geriatrica. È associata con successo all’ambito psichiatrico: riduce i sintomi della schizofrenia, controlla gli stati di ansia, e può essere un aiuto per i bambini affetti da autismo.

La musica per dormire

La musica può essere un prezioso aiuto anche per dormire. È in grado di ridurre l’attività del sistema nervoso simpatico e la pressione sanguigna, diminuire l’ansia e la frequenza cardiaca e respiratoria. Alcune ricerche dimostrano che i ritmi ideali per rilassarsi e dormire profondamente sono quelli da 60 o da 80 battiti al minuto, la stessa frequenza dei battiti del nostro cuore, a cui siamo abituati fin dal grembo materno.

Le frequenze musicali per dormire meglio

Se è vero che ogni individuo ha le proprie abitudini e prova beneficio da diverse circostanze, è stato osservato che esistono delle caratteristiche ricorrenti rispetto al tipo di musica che favorisce il sonno. Ciò che caratterizza le frequenze più rilassanti è l'avere un ritmo basso e costante, senza sbalzi di intensità. 

Il fenomeno dell'ASMR

Per chi soffre di insonnia, esistono stimoli uditivi che possono conciliare il sonno e favorire il rilassamento. Tra questi c’è l’ASMR, Autonomous Sensory Meridian Response. Si tratta della “risposta autonoma del meridiano sensoriale”, una reazione del cervello all’ascolto di suoni di varia natura: da quello della carta quando viene accartocciata, al ticchettio delle unghie su una superficie rigida, o ancora al rumore sottile di un sussurro. L’effetto è una sensazione piacevole e rilassante.

La musica più rilassante

Che si tratti di classica, new age o ambient, la musica più rilassante per dormire è quella strumentale. Il cantato, al contrario, ha un effetto troppo stimolante per il cervello, così come le canzoni che già si conoscono: secondo uno studio, quando le persone ascoltano la propria musica preferita, si attivano le stesse aree del cervello dei ricordi e dei pensieri privati, innescando le emozioni che ostacolano il rilassamento.

Le diverse tipologie di musica rilassante

Quando vogliamo rilassare la mente e calmare i pensieri, esistono generi musicali che fanno al caso nostro.  La musica classica ha un importante effetto rilassante: riduce la pressione arteriosa e la secrezione di cortisolo, l’ormone dello stress. Anche la musica ambient favorisce relax e concentrazione; così, l’eterea musica celtica, originariamente usata per comunicare con entità sovrannaturali. Oltre alla musica, i rumori bianchi e i suoni naturali sono perfetti per accompagnarci verso sonni profondi.

Quali benefici comporta?

I benefici della musica rilassante sull’organismo sono molteplici. Questo tipo di musica è in grado di ridurre l’ansia e lo stress, migliorare la nostra capacità di concentrazione e stimolare la produzione di endorfine e di serotonina, oltre che di rafforzare il nostro sistema immunitario. Migliora la qualità del riposo notturno, delle funzioni cerebrali e dei processi cognitivi. Riequilibra la funzione respiratoria e l’ossigenazione.

Cosa succede al nostro corpo quando ascoltiamo la musica?

Quando ascoltiamo la musica, nel nostro organismo vengono rilasciate nel cervello sostanze chimiche e ormoni che migliorano l’umore e riducono lo stato d’ansia, trasmettono gioia e favoriscono la concentrazione. Inoltre, la musica può creare esperienze emozionali positive con conseguenti benefici sul sistema immunitario. Stimola la memoria e allevia il dolore.

La musica e l'orecchio

Il suono è un fenomeno fisico, prodotto da una vibrazione che si propaga nell’aria. Quando ascoltiamo una canzone, inizialmente nel nostro cervello si attiva la fase dell’udire, un fenomeno periferico legato all’orecchio e al nervo acustico. In seguito, il suono passa attraverso il talamo, e raggiunge il lobo temporale: a questo punto viene coinvolto il nostro sistema nervoso con le sue funzioni psichiche e il suono musicale viene “intellettualizzato”.

Musica, cervello e ormoni

La musica, sia ascoltata che praticata, aiuta a rilasciare alcune sostanze fondamentali per la salute mentale: tra queste la dopamina, la serotonina, l’ormone del buonumore, e l’ossitocina, un ormone che influenza alcuni comportamenti sociali e stimola la nostra predisposizione all’empatia.

La musica rilassante e i bambini

Negli esseri umani, l’udito è il senso che si sviluppa per primo. A tre mesi di gestazione il feto è già capace di ascoltare e a due mesi dalla nascita è in grado di cogliere il ritmo. Per i bambini, la musica rilassante è più di uno stimolo esterno in grado di ridurre i livelli di stress: favorisce anche lo sviluppo fisico, psicologico e cognitivo; è responsabile dello sviluppo linguistico del bambino e delle sue connessioni neuronali. 

La musica rilassante e gli animali

Sono pochi gli esseri viventi capaci di rimanere indifferenti a suoni e musica: non solo le persone, ma anche animali e piante reagiscono agli stimoli sonori. Nel mondo animale, i cani e i gatti sono particolarmente sensibili: come accade per gli esseri umani, anche in questo caso le note musicali sono uno stimolo per il sistema nervoso. Attivano aree specifiche che rilasciano neuromediatori chimici in grado di mettere i nostri amici a quattro zampe in uno stato di benessere psicofisico.

Trova il centro Amplifon più vicino a te
Precedente
Successivo

AmpliNews

Scopri tutte le novità sull'udito e sulle soluzioni audiologiche.
Scopri di più

Scopri il tuo profilo uditivo

Prenota un controllo dell'udito gratuito

Prenota subito

Fai un test dell'udito online

Fai il test

Cerca un centro Amplifon vicino a te

Cerca il centro