Timpanogramma piatto nel bambino

Cosa significa e quali sono le cause
Ultimo aggiornamento Oct, 15, 2021

Il termine timpanogramma piatto può generare confusione e, soprattutto quando si tratta di definire un’eventuale perdita uditiva in un bambino, può causare la preoccupazione dei genitori. Cerchiamo quindi di fare chiarezza per facilitare una corretta lettura dell’’esame.

Esame impedenzometrico e audiometrico nel bambino

In caso di problemi o disturbi a carico dell’orecchio, l’Otorinolaringoiatra o Audiologo può prescrivere due differenti tipi di esami:

  • l’esame audiometrico
  • l’esame impedenzometrico.

L’esame impedenzometrico è un esame obiettivo, ovvero in cui non è necessaria la collaborazione attiva del paziente, che consente di determinare la funzionalità dell’orecchio medio e dei riflessi endotimpanici.
Il test non è invasivo, è indolore e consiste nell’inserimento di una sonda dotata di un piccolo tappo di gomma nell’orecchio del bambino, per esaminare la corretta mobilità del timpano e del sistema timpanossiculare in risposta ad uno stimolo sonoro a bassa frequenza (220 Hz).

Nel bambino l’esame impedenzometrico si effettua insieme all’esame audiometrico infantile perché i risultati di entrambi gli esami, permettono allo specialista di definire la funzionalità dell’orecchio e la sensibilità uditiva. L’esame impedenzometrico, in particolar modo, permette all’Otorinolaringoiatra di effettuare una diagnosi differenziale in caso di ipoacusia, riconoscendo la causa patologica alla base del disturbo che può essere a carico della tuba di Eustachio e/o dell’orecchio medio.

I risultati più comuni dell’esame impedenzometrico

In condizione di normalità, il risultato dell’esame dà origine ad un timpanogramma di tipo A, il che significa che il sistema membrana timpanica-catena degli ossicini funziona perfettamente. È da ricordare che i dati del timpanogramma da soli non sono sufficienti a fare diagnosi della funzione uditiva, che è possibile effettuare integrando all’esame obiettivo, l’esame audiometrico tonale e i dati impedenzometrici.  Infatti, il timpanogramma di tipo A può essere presente anche in caso di calo uditivo.

Il timpanogramma di tipo B graficamente si presenta piatto, ed è indicativo di un versamento endotimpanico ovvero tutta la cassa del timpano è occupata liquido come nel caso delle otiti purulente.

Il timpanogramma di tipo C indica una depressione aerea della cassa timpanica dovuta ad una disfunzione della tuba di Eustachio.

Possibili cause del timpanogramma piatto nel bambino

Il timpanogramma di tipo B (piatto) nel bambino è una condizione relativamente frequente, che può presentarsi anche in presenza di comuni infiammazioni dell’orecchio. Tra le cause più comuni di timpanogramma piatto è da menzionare l’otite media catarrale; patologia dell’orecchio frequente nei bambini determinata da un un’infiammazione dell’orecchio medio con versamento endotimpanico (retrostante la membrana del timpano). L’otite media catarrale si presenta spesso senza dolore e senza febbre, ma con una sensazione di orecchio chiuso.

Oltre al timpanogramma di tipo B (piatto), all’esame audiometrico tonale è presente un’ipoacusia trasmissiva con calo dell’udito sulle basse frequenze e gap tra via ossea e via aerea (l’audiometria per via ossea è migliore della via aerea). Come tutte le patologie dell’orecchio, questa forma infiammatoria deve essere attentamente monitorata e curata perché, nel tempo, può essere causa di calo uditivo anche grave.

L’otite media catarrale, cosi come tutte le forme infiammatorie dell’orecchio medio se trattate correttamente hanno una prognosi favorevole con completa guarigione. Se non curata e non monitorata, nel tempo può esitare in danni uditivi permanenti.

Trova il centro Amplifon più vicino a te
Precedente
Successivo

AmpliNews

Scopri tutte le novità sull'udito e sulle soluzioni audiologiche.
Scopri di più

Scopri il tuo profilo uditivo

Prenota un controllo dell'udito gratuito

Prenota subito

Fai un test dell'udito online

Fai il test

Cerca un centro Amplifon vicino a te

Cerca il centro