Consigli per praticare sport indossando apparecchi acustici

Ultimo aggiornamento Oct, 15, 2021

Praticare sport fa bene alla salute ed è una buona abitudine che sta alla base di uno stile di vita sano. Chi soffre di ipoacusia può allenarsi come tutti gli altri? La risposta non solo è che può, ma deve! Ci sono infatti numerosi studi che dimostrano che fare sport fa bene all’udito. Chi indossa gli apparecchi acustici ha anche la necessità, durante l'attività sportiva, di prestare una maggiore attenzione per evitare perdite o danneggiamenti degli apparecchi. In questo articolo cercheremo di capire quale correlazione esiste tra sport e udito, come praticare attività fisica nonostante i problemi uditivi e come proteggere i propri apparecchi durante l’allenamento, così da godere appieno dei benefici apportati dall’attività sportiva.

Perché lo sport fa bene all’udito

Abbiamo già parlato di come le malattie cardiache influiscono sull’udito e di quanto i cardiopatici siano considerati categorie a rischio ipoacusia; ma qual è la causa di questo rischio? Il motivo è legato al fatto che un possibile deficit vascolare non permette un corretto afflusso di sangue al sistema uditivo e, di conseguenza, può far insorgere un danno uditivo o aggravare un problema uditivo già esistente. Proprio come i fumatori, anche i cardiopatici hanno maggiori probabilità di sviluppare deficit uditivi, perciò è necessario prevenire l’insorgenza di problemi al cuore attraverso una costante attività fisica. Questa regola vale per tutti, ma ancor di più è una buona abitudine vivamente consigliata a chi ha problemi di udito, dato che una regolare attività sportiva fa bene alla salute dell’udito.

Consigli per praticare attività sportive alle persone con problemi di udito

Chi pratica sport di squadra lo sa bene: durante una gara o un allenamento, si predilige utilizzare la comunicazione non verbale per trasmettere messaggi ai propri compagni. Questo perché spesso i campi da gioco sono grandi e rumorosi, i giocatori sono distanti tra loro o semplicemente per trovare un codice comunicativo segreto attraverso cui condividere tattiche di gioco. In tal senso una persona con problemi di udito può essere un grande valore aggiunto in una squadra, in quanto nessuno più di lui è esperto nella comunicazione non verbale e nella lettura labiale..

Ecco allora alcuni consigli per praticare sport nonostante l’ipoacusia, anzi in alcuni casi traendo vantaggio da questa condizione:

  • Informare il proprio audioprotesista dell’intenzione di fare sport, soprattutto in casi si partecipi a competizioni sportive agonistiche;
  • Informare il proprio allenatore e i compagni di squadra del fatto che si indossa un apparecchio acustico, così che possano prestare maggiore attenzione durante le loro azioni di gioco;
  •  Indossare sempre gli apparecchi acustici, anche durante una gara. Restare isolati a livello acustico durante un’attività sportiva non è mai una buona idea, piuttosto è meglio tenere addosso la protesi e proteggerla nelle modalità che vedremo di seguito.

Gli apparecchi acustici migliori per fare sport

Alcuni modelli di apparecchi acustici si prestano più di altri ad essere utilizzati durante le attività sportive. Gli apparecchi acustici retroauricolari (BTE) sono i meno indicati durante lo sport perché sono posizionati dietro all’orecchio, tendono a subire maggiormente gli effetti negativi del sudore o della pioggia e sono più esposti a urti e cadute accidentali. Gli apparecchi acustici da inserire nel canale uditivo (IIC – CIC e ITC) sono i migliori per praticare sport, perché si adattano perfettamente all’interno del condotto uditivo e sono più protetti dagli agenti atmosferici come vento e pioggia.

Consigli per proteggere gli apparecchi acustici durante lo sport

Qualunque sia il modello scelto, è innegabile che chi pratica attività sportive deve prestare una maggiore attenzione alla cura del proprio apparecchio acustico. Questo perché i movimenti bruschi del corpo, il sudore e gli agenti atmosferici possono danneggiare gli apparecchi e richiedere una manutenzione frequente o addirittura una sostituzione. Ecco allora alcuni consigli per proteggere l’apparecchio acustico se si pratica sport:

  • Scegliere il modello di apparecchio più adatto alle proprie esigenze sportive, con il consiglio e il supporto di un professionista dell’udito;
  • Proteggere l’apparecchio con una fascia o una bandana, così da evitare urti o cadute accidentali;
  • Se si pratica uno sport d’acqua, prediligere apparecchi acustici impermeabili, gli unici che possono essere indossati quando si pratica questo tipo di discipline;

Pulire gli apparecchi acustici frequentemente con appositi prodotti, perché durante lo sport è più facile che si sporchino con terra, acqua, sudore.

Trova il centro Amplifon più vicino a te
Precedente
Successivo

AmpliNews

Scopri tutte le novità sull'udito e sulle soluzioni audiologiche.
Scopri di più

Scopri il tuo profilo uditivo

Prenota un controllo dell'udito gratuito

Prenota subito

Fai un test dell'udito online

Fai il test

Cerca un centro Amplifon vicino a te

Cerca il centro