Test di Weber e Rinne

Che cosa sono i test di Weber e Rinne?

I test di Weber e Rinne sono due tecniche di misurazione clinica dell'udito che permettono di aiutre la diagnosi di sordità, identificandone la tipologia. In particolare questi test consentono di identificare rapidamente se si tratta di ipoacusia trasmissiva o neurosensoriale, che ugualmente vanno curate alle prime avvisaglie, per evitare gli effetti avversi di una perdita uditiva non trattata. 

Test di Weber

Il test di Weber è tra le prime prove a cui viene sottoposto il paziente che effettua un controllo dell'udito. Insieme al test di Rinne, consente di aiutare la diagnosi differenziale della tipologia di ipoacusia, trasmissiva o neurosensoriale.

Procedimento

  • L’esaminatore colpisce un diapason, strumento acustico in grado di generare un suono, e lo posiziona al centro della fronte del paziente;
  • Con l’altra mano esercita una contropressione sulla parte posteriore della testa del paziente;
  • Al paziente viene quindi chiesto di indicare se lo sente più forte a sinistra, a destra o al centro

Risultato

Se la persona sente più forte nell'orecchio sano allora la persona è affetta da ipoacusia neurosensoriale, in caso in cui invece percepisce il suono più intenso nell'orecchio interessato come malato si tratta invece di ipoacusia trasmissiva.

Test di Rinne

Il test di Rinne è una prova di misura clinica dell'udito complementare al test di Weber. In particolare, serve per capire se l’ipoacusia è di tipo trasmissivo o neurosensoriale.

Procedimento

  • L'esaminatore colpisce un diapason e lo pone a 2 cm di distanza dal condotto acustico esterno;
  • Dopo 2-3 secondi, la base della forcella viene premuta sulla mastoide dietro al padiglione auricolare, usando l’altra mano dell’esaminatore per fornire una contropressione controlaterale;
  • Al paziente viene quindi chiesto quale suono è stato percepito più forte

Risultato

Se il paziente sente il suono con il diapason appoggiato, ma non quando è esterno all'orecchio, il problema è a livello dell’orecchio esterno o medio (ipoacusia trasmissiva). Se invece non percepisce una differenza tra le due modalità, il problema dev’essere attribuito ai recettori o alle vie uditive (ipoacusia neurosensoriale).

Test di Weber e Rinne: quando sono necessari?

I test di Weber e Rinne sono necessari per chi ha difficoltà a sentire da un orecchio: è importante eseguirli per tempo, in accompagnamento all'esame audiometrico, così da intervenire tempestivamente sul problema e valutando anche l'opportunità di adottare una protesi acustica, come un apparecchio acustico.

Scopri il tuo profilo uditivo

Prenota un controllo dell'udito gratuito

Prenota subito

Fai un test dell'udito online

Fai il test

Cerca un centro Amplifon vicino a te

Cerca il centro