11 aprile 2016
Categoria

AmpliNews

Nuovo, di facile consultazione e di piacevole lettura: diamo il benvenuto ad AmpliNews, il nuovo magazine Amplifon! Qui trovate tanti approfondimenti specialistici sull'udito resi accessibili a tutti e molti consigli su benessere, lifestyle e tempo libero.

 

11 aprile 2016
Categoria
SCOPRI DI PIU'
Indietro

Vivere bene per sentire bene l importanza dello stile di vita

 Stili di vita
11 dicembre 2017
Categoria Lifestyle Over 50

Vivere bene per sentire bene, l’importanza dello stile di vita

Adottare uno stile di vita sano e affidarsi a periodici controlli dell’udito è il primo passo per mantenere intatte le proprie capacità d’ascolto.

La riduzione della capacità uditiva è una delle condizioni croniche prevalenti dopo ipertensione e artrite. In aumento a causa del progressivo invecchiamento della popolazione, comincia a interessare anche l’età giovanile, a causa del frequente utilizzo di dispositivi per l’ascolto della musica in cuffia, spesso ad alto volume. 

Lo stile di vita e l’alimentazione errata tra le cause di ipoacusia

Oltre ai fattori genetici, al rumore, alle patologie infiammatorie, all’uso/abuso di farmaci ototossici, anche lo stile di vita e l’alimentazione possono fare insorgere o aggravare l’ipoacusia.  

La diretta correlazione tra stile di vita e riduzione della capacità uditiva è materia di studio da diversi anni. La valutazione delle caratteristiche demografiche e lo studio dei fattori di rischio associati alla perdita uditiva, variano da nazione a nazione e, spesso, anche all’interno della stessa area geografica in quanto differenti per tradizioni e abitudini locali. 
Generalmente i dati che vengono presi in considerazione fanno riferimento a diverse variabili:

  • Età
  • Sesso
  • Consumo di alcool
  • Consumo di tabacco --> il meccanismo responsabile dell'effetto del fumo sulla perdita dell'udito non è chiaro, ma alcuni studi hanno suggerito che gli effetti ototossici diretti della nicotina sulle cellule ciliate cocleari si esprimano con una riduzione dell’ossigeno disponibile per le normali funzioni neurali con conseguente danno e morte cellulare
  • Esposizione al rumore professionale --> è noto che l'esposizione al rumore professionale contribuisca fino al 37% di tutte le cause di perdita dell'udito in età adulta
  • Diabete --> la presenza di iperglicemia o diabete conclamato aumenta il rischio di deficit uditivo sulle alte frequenze, ma non sulle medie-basse frequenze. 
  • Obesità, ipertensione, ipercolesterolemia, funzionalità renale --> tutti i fattori di rischio cardiovascolare sono correlati a un aumento del rischio di sviluppare problemi di udito. Questi studi hanno riportato che il fenomeno è determinato da un meccanismo riconducibile all’aterosclerosi.

Altre variabili dello stile di vita che possono causare ipoacusia

Infine, più in generale, le condizioni ambientali, la scolarità e le caratteristiche sociali determinano un migliore accesso all'assistenza sanitaria, una più accurata alimentazione e ad una prevenzione più efficace. Il tutto si esprime con una riduzione della malattia e, nello specifico, con una migliore prevenzione sul danno uditivo. La perdita dell'udito può limitare significativamente la comunicazione e i rapporti sociali con conseguente diminuzione della qualità di vita a cui, negli ultimi anni, si è aggiunta la pericolosa relazione con il rischio di sviluppo di deficit cognitivi.

dic 13th 2017

Test dell'udito online

Metti alla prova il tuo udito! Di seguito ti proponiamo un semplice e veloce test online puramente indicativo. Controllare la qualità dell'udito è un gesto di prevenzione importante per il benessere completo!

FAI IL TEST