11 aprile 2016
Categoria

AmpliNews

Nuovo, di facile consultazione e di piacevole lettura: diamo il benvenuto ad AmpliNews, il nuovo magazine Amplifon! Qui trovate tanti approfondimenti specialistici sull'udito resi accessibili a tutti e molti consigli su benessere, lifestyle e tempo libero.

 

11 aprile 2016
Categoria
SCOPRI DI PIU'
Indietro

Se il piccolo non sente bene: l’ipoacusia infantile

 Ipoacusia infantile
02 febbraio 2016
Categoria Prevenzione, cura e tecnologie

Se il piccolo non sente bene: l’ipoacusia infantile

L’ipoacusia infantile, trasmissiva o neurosensoriale, può essere di carattere ereditario oppure legata a complicanze durante la gravidanza o il parto.

E’ dal benessere uditivo del proprio bambino che dipende, in buona parte, il suo corretto sviluppo psicologico. Una buona capacità di ascolto, infatti, è fondamentale per garantirgli un’adeguata acquisizione e produzione del linguaggio verbale, nonché un’ottima integrazione sociale. Se l’ipoacusia infantile congenita è generalmente legata a cause genetiche, l’ipoacusia trasmissiva si manifesta come perdita uditiva temporanea e moderata, spesso riconducibile ad una semplice otite, mentre l’ipoacusia neurosensoriale bilaterale o monolaterale comporta una ridotta capacità di ascolto permanente a carico dell’orecchio interno. Affrontare la situazione con la giusta dose di serenità, anche  rivolgendosi a uno specialista Amplifon per valutare una soluzione acustica adeguata, è la via da intraprendere per garantire al proprio figlio un corretto sviluppo delle sue competenze linguistiche.

All’origine del calo uditivo

L’ipoacusia infantile, trasmissiva o neurosensoriale, può essere di carattere ereditario oppure legata a complicanze durante la gravidanza o il parto. Durante l’infanzia, contrarre malattie infettive quali morbillo, meningite, parotite e assumere farmaci ototossici aumentano il rischio di danneggiare l’orecchio interno e di sviluppare ipoacusia neurosensoriale bilaterale o monolaterale.

Prevenzione e terapia: i gesti da compiere

Vaccinazioni e screening neonatali sono molto importanti per prevenire l’ipoacusia infantile. Tuttavia, in presenza di un calo uditivo, intervenire tempestivamente garantirà una rapida riabilitazione dell’udito e del linguaggio. L’ipoacusia trasmissiva è spesso trattabile farmacologicamente e, più raramente, chirurgicamente, mentre il trattamento dell’ipoacusia neurosensoriale prevede il ricorso ad una soluzione acustica o un impianto cocleare, accompagnato da un’adeguata terapia logopedica e abilitativa.

02 febbraio 2016

Test dell'udito online

Metti alla prova il tuo udito! Di seguito ti proponiamo un semplice e veloce test online puramente indicativo. Controllare la qualità dell'udito è un gesto di prevenzione importante per il benessere completo!

FAI IL TEST