11 aprile 2016
Categoria

AmpliNews

Nuovo, di facile consultazione e di piacevole lettura: diamo il benvenuto ad AmpliNews, il nuovo magazine Amplifon! Qui trovate tanti approfondimenti specialistici sull'udito resi accessibili a tutti e molti consigli su benessere, lifestyle e tempo libero.

 

11 aprile 2016
Categoria
SCOPRI DI PIU'
Indietro

L infiammazione del nervo acustico cause sintomi e terapia

 Infiammazione nervo acustico
11 luglio 2017
Categoria Udito e Ipoacusia

L’infiammazione del nervo acustico, cause, sintomi e terapia

L’infiammazione del nervo acustico può comportare anche una perdita uditiva importante. Intervenire tempestivamente può avere una prognosi migliore.

Il nervo acustico è situato nel condotto uditivo interno e, insieme al nervo vestibolare, dà origine all’VIII nervo cranico. Il nervo vestibolare trasporta stimoli correlati con la gravità, l’accelerazione lineare e angolare, pertanto è connesso con l’equilibrio. Il nervo acustico invece trasmette gli stimoli acustici provenienti dall’organo del Corti - situato nella coclea - ai centri della corteccia, dove vengono elaborati e trasdotti in sensazioni uditive.

Cause e sintomi dell’infiammazione del nervo acustico

Lo sviluppo di un processo infiammatorio a carico dell’VIII nervo cranico può interessare solamente la sua porzione uditiva o quella vestibolare, o coinvolgere entrambe le strutture. Se il processo infiammatorio è localizzato alla sola porzione del nervo uditivo la sintomatologia è caratterizzata da sordità e, nel caso in cui si associano sintomi vertiginosi, è dimostrato il coinvolgimento completo di tutto l’VIII nervo cranico.

La nevrite del nervo acustico interessa prevalentemente l’età adulta – oltre i 50 anni – con leggera prevalenza degli uomini rispetto alle donne. Spesso l’eziologia è virale: si è dimostrata un’aumentata incidenza dopo o in concomitanza a fenomeni infiammatori delle alte vie aeree. Altre cause sono da ricondurre a: parotite, meningite meningococcica, morbillo, scarlattina. Altre cause possono essere: malattie metaboliche, vascolari, ototossiche (azione di alcuni farmaci come la streptomicina o gli antitumorali).

I sintomi sono dati da una ipoacusia monolaterale improvvisa con associati acufeni e “orecchio chiuso”. La riduzione della capacità uditiva può variare da un grado lieve fino a una perdita completa. 

La diagnosi si avvale della storia clinica, esordio improvviso, e degli esami strumentali. L’osservazione diretta dell’orecchio (otoscopia) non rileva nulla di anomalo. L’audiometria tonale dimostra un calo dell’udito monolaterale, di tipo neurosensoriale che può interessare solo le frequenze gravi, quelle acute o tutte le frequenze: se diagnosticato quest’ultimo caso, si tratta di ipoacusia pantonale. La diagnosi deve essere completata dalle indagini di laboratorio, dai potenziali evocati e dalla risonanza magnetica dell’encefalo con mezzo di contrasto.

Infiammazione del nervo acustico: rimedi

Il trattamento iniziale è tendente a ripristinare l’udito e al trattamento delle cause che ne hanno determinato la sordità. Nel caso il processo sia localizzato al solo nervo acustico e in assenza di fenomeni espansivi o coinvolgenti altre strutture, i farmaci più utilizzati sono: corticosteroidi, antibatterici, diuretici e vasoattivi. Discussa è l’ossigenoterapia iperbarica (OTI).

La storia naturale di questo disturbo è variabile: in molti pazienti si osserva un recupero completo senza alcuna terapia. Recupero che, nella maggior parte dei casi, avviene successivamente alla terapia. In caso di perdita uditiva stabile si può procedere all’applicazione di un apparecchio acustico o, in caso di sordità grave e presenza di acufeni, all’impianto cocleare.

lug 18th 2017

Test dell'udito online

Metti alla prova il tuo udito! Di seguito ti proponiamo un semplice e veloce test online puramente indicativo. Controllare la qualità dell'udito è un gesto di prevenzione importante per il benessere completo!

FAI IL TEST