11 aprile 2016
Categoria

AmpliNews

Nuovo, di facile consultazione e di piacevole lettura: diamo il benvenuto ad AmpliNews, il nuovo magazine Amplifon! Qui trovate tanti approfondimenti specialistici sull'udito resi accessibili a tutti e molti consigli su benessere, lifestyle e tempo libero.

 

11 aprile 2016
Categoria
SCOPRI DI PIU'
Indietro

Cause e cure per il tinnito all orecchio

 cause e cure tinnito
07 novembre 2016
Categoria Prevenzione

Cause e cure per il tinnito all'orecchio

Diverse sono le cause che possono far insorgere un tinnito all’orecchio. Essenziale è effettuare una diagnosi corretta, escludere fattori riconducibili a patologie sistemiche e personalizzare la terapia.

Cause e sintomi del tinnito all’orecchio

Gli acufeni (o tinniti alle orecchie) possono rappresentare il sintomo comune a numerose patologie pertanto, l’obiettivo primario della diagnosi e della conseguente terapia è quello di identificare la causa scatenante la sintomatologia. Molto spesso, anche a fronte di complesse indagini, la causa dell’insorgenza del tinnito rimane sconosciuta.
In generale le cause del tinnito all’orecchio - transitorio (della durata di pochi minuti o giorni) o cronico (sono presenti da almeno tre mesi) - possono essere intrinseche (genetiche, flogistiche, allergiche, otosclerotiche), estrinseche (rumore, traumi, farmaci, droghe) o non riconducibili ad alcun meccanismo che possa essere evidenziato dalle indagini cliniche e/o strumentali. 
Anche l’azione ototossica di alcuni farmaci può determinare acufeni, associati a ipoacusia neurosensoriale (es. acido acetilsalicilico, diuretici dell’ansa, antitumorali) o solo acufeni (esempio carbamazepina, tetracicline, antistaminici, inibitori delle MAO).
In presenza di tinnito risulta fondamentale eseguire esami strumentali, per testare la funzionalità delle vie uditive (audiometria tonale, impedenzometria; potenziali evocati, esame vestibolare). Sulla base di questi risultati, la diagnostica per immagini sarà necessaria per escludere patologie espansive a carico del nervo acustico, malformazioni vascolari e patologie a carico del SNC, mentre le analisi ematochimiche forniranno dati in relazione all’eventuale alterazione metabolica (diabete, ipercolesterolemia, tiroiditi ecc.) o malattie autoimmuni.

Tinnito all’orecchio, quali cure possibili?

La terapia degli acufeni cronici è estremamente complessa e per questo deve essere effettuata una diagnosi corretta dalla quale deriva un trattamento personalizzato. 
La terapia farmacologica, invece, si avvale spesso di sostanze non specifiche nei confronti del sistema uditivo con risultati difficilmente confrontabili. Tra i vari farmaci utilizzati si annoverano vasodilatatori, cortisonici, benzodiazepine e integratori (es. Ginko Biloba). 
Secondo la Tinnitus Retraining Therapy, l'utilizzo del counseling e della "terapia del suono" determinano una risoluzione del problema che, a seconda degli studi clinici considerati,  può arrivare al 70% delle persone trattate. 
Negli anni le strategie terapeutiche e le nuove conoscenze sugli acufeni hanno dato vita alla nascita di nuove tecnologie con risultati discordanti (es. Laser di biostimolazione, generatori di suono da comodino, ecc.), alla sperimentazione di nuovi farmaci (antagonisti del glutammato, caroverina, ecc.) e a trattamenti che utilizzano tecniche di rilassamento e ipnosi. Ultima nata tra le terapie, è una strategia che combina la terapia del suono e il counseling in un unico strumento che il paziente può utilizzare direttamente a casa e che trae origine dalla Neuromodulazione Acustica Condizionata, una nuova tecnica terapeutica nata dalle più recenti ricerche di neurofisiologia e plasticità cerebrale.

07 novembre 2016
Categoria Prevenzione

Test dell'udito online

Metti alla prova il tuo udito! Di seguito ti proponiamo un semplice e veloce test online puramente indicativo. Controllare la qualità dell'udito è un gesto di prevenzione importante per il benessere completo!

FAI IL TEST