11 aprile 2016
Categoria

AmpliNews

Nuovo, di facile consultazione e di piacevole lettura: diamo il benvenuto ad AmpliNews, il nuovo magazine Amplifon! Qui trovate tanti approfondimenti specialistici sull'udito resi accessibili a tutti e molti consigli su benessere, lifestyle e tempo libero.

 

11 aprile 2016
Categoria
SCOPRI DI PIU'
Indietro

Acufene: sento un rumore nelle orecchie, ma gli altri no

 acufene sento un rumore nelle orecchie
11 settembre 2015
Categoria Udito e Ipoacusia

Acufene: sento un rumore nelle orecchie, ma gli altri no

L'acufene può essere considerato un "campanello" che ci avverte della necessità di controllare l'udito. 

Se capita di sentire dei rumori, fischi, ronzii, quando gli altri intorno non avvertono nulla o quando non ci sono cause esterne di questa, spesso sgradevole, sensazione uditiva, è possibile che si tratti di acufene. Secondo i National Istitutes of Health americani (NIH), l’agenzia federale per la ricerca nell'ambito della salute, sono molti a sentire questi rumori "fantasma". L’NIH calcola infatti che il 10 percento della popolazione sia interessata dal fenomeno, mentre secondo la Mayo Clinic, una delle più prestigiose istituzioni sanitarie statunitensi, sarebbe addirittura un americano su cinque. In Italia la stima di coloro che percepiscono ronzii all'orecchio è di circa il 15 percento della popolazione.

Dal sintomo…

In ogni caso si tratta di un disturbo molto diffuso con possibili molteplici cause, non ancora tutte individuate con certezza. L'acufene può essere associato all'esposizione ai rumori, all'età e anche agli effetti collaterali di diversi farmaci. Vale la pena considerare che si tratta di un sintomo importante, da non sottovalutare. Infatti, gli acufeni possono essere anche un segnale di una possibile presbiacusia, la diminuzione dell'udito dovuta all'avanzamento dell'età. Proprio per questo motivo, l'Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda, in caso di presenza di acufeni, di effettuare un controllo dell’udito per verificare eventuali forme di ipoacusia.

…alla ricerca di una soluzione

Come effettuare il controllo? Innanzitutto è importante rivolgersi a centri dedicati, dove tecnici specializzati sono in grado di eseguire specifici esami per verificare se l'acufene è accompagnato da un calo dell’udito. Si tratta in particolare dell'audiometria tonale e vocale esami che richiedono circa 30 minuti, comprensivi anche di un colloquio iniziale. E grazie ai risultati dei test è possibile valutare una risposta personalizzata al problema. Può essere un dispositivo acustico studiato sulla base delle specifiche peculiarità della persona, se l'acufene è effettivamente accompagnato da ipoacusia. Possono essere strumenti sonori, che emettono particolari frequenze, tali da permettere di "neutralizzare" il senso spiacevole di rumore e favorire così il rilassamento.

11 settembre 2015

Test dell'udito online

Metti alla prova il tuo udito! Di seguito ti proponiamo un semplice e veloce test online puramente indicativo. Controllare la qualità dell'udito è un gesto di prevenzione importante per il benessere completo!

FAI IL TEST
Ipoacusia alle alte frequenze: ...

Ipoacusia alle alte frequenze: ...

Le cause e i rimedi della difficoltà di udire i suoni acuti, detta anche ipoacusia alle alte frequenze.

Leggi la storia
San Valentino 2016: l’occasione...

San Valentino 2016: l’occasione...

Storia, tradizione e idee originali per festeggiare il giorno dedicato agli innamorati e sorprendere la propria dolce metà.

Leggi la storia
Acufene: anche la circolazione ...

Acufene: anche la circolazione ...

Problemi di natura circolatoria possono essere tra le possibili cause di acufeni.

Leggi la storia
Se il ronzio è ad alto volume

Se il ronzio è ad alto volume

I possibili rimedi per ridurre il volume dell’acufene.

Leggi la storia
See more