Schwerhörigkeit Infektionen

Ipoacusia a seguito di infezioni

Che le infiammazioni dell’orecchio possano compromettere la funzione dell’udito è evidente per chiunque. Meno noto è invece che anche malattie quali ad es. la scarlattina, il morbillo o la meningite possono determinare una diminuzione dell’udito. Un’ulteriore causa, oltre alle malattie di origine virale o batterica, può anche essere un’otosclerosi, che compromette il movimento degli ossicini.

Sono numerose le infezioni che possono causare un indebolimento dell’udito di natura acuta o cronica. Ne è un esempio il raffreddore, il cui decorso è generalmente innocuo. Eppure, tra i soli virus del raffreddore (rhinovirus) sono noti oltre cento ceppi in grado di scatenare infiammazioni dell’orecchio interno, otiti siero-mucose e otiti influenzali e provocare quindi anche ipoacusia.

 

Otite media

Una delle più note infezioni dell’apparato uditivo è l’otite media acuta. Nella maggior parte dei casi il disturbo deriva da un’infezione virale o batterica delle vie respiratorie superiori, come il raffreddore. L’infiammazione si trasmette all’orecchio medio attraverso la tromba di Eustachio. Tra i sintomi più frequenti vi sono un dolore pulsante e pungente alle orecchie, febbre e ipoacusia. Nella maggior parte dei casi l’otite media acuta può essere guarita solo con l’assunzione di antibiotici. Se tuttavia subentrano complicazioni o forme particolari, possono insorgere danni duraturi per l’apparato uditivo. Come per le altre malattie infettive, chi è colpito da otite media dovrebbe sempre sottoporsi a una visita medica, affinché lo specialista possa fare chiarezza.

 

Hörverlust vorbeugen

Indebolimento dell’udito

Soprattutto se soffrite di episodi frequenti o molto forti di otite media, vi è il rischio che abbiate subito danni duraturi dell’apparato uditivo e che sia presente una perdita uditiva.

Tipi di indebolimento dell'udito